Vortice freddo confermato, poi atlantico in grande stile

Vortice freddo confermato, poi atlantico in grande stile
Spread the love

Un saluto a tutti.

Grande aggiornamento del modello europeo che mette in luce quanta carne al fuoco ci sia in questo novembre che ad oggi sembra voglia rispettare la tradizione.

Intanto una nuova conferma sul vortice freddo che ci colpirà nel corso del week end, con la conferma anche del modello americano che fino a ieri era in discordia e mandava tutto verso la Grecia.

Confermiamo quindi che nel corso del fine settimana, una retrogressione fredda direttamente dai balcani, verrà richiamata verso l’Italia grazie all’innalzamento anomalo dell’alta pressione fin sull’Europa nord orientale.

Le Dinamiche sono ancora incerte, ma in linea di massima dovrebbe interessare dapprima il centro sud, specie versante adriatico ed entro domenica dovrebbe risalire verso nord.

Questo porterà ad un nuovo peggioramento del tempo sul centro sud e successivamente al nord, con un nuovo calo delle temperature anche di 5-6°C rispetto a queste giornate.

Difficile dire ad oggi dove  le precipitazioni saranno più abbondanti, in quanto potrebbero risultare nuclei poco organizzati.

Neve che tornerà a cadere anche in appennino intorno ai 1700 1800m forse più in basso durante i fenomeni più intensi, mentre sulle Alpi non si escludono nevicate  anche al di sotto dei 1500m!

Tutto nella norma insomma, anche se il bello probabilmente arriverà la prossima settimana.

TORNA L’ATLANTICO VERO IN GRANDE STILE

l’innalzamento e lo spostamento dell’alta pressione verso nord e successivamente verso est lascerà aperta la grande porta atlantica finalmente.

 

 

Dopo un anno avaro di precipitazioni di stampo atlantico forse ci siamo!

Tornano le piogge e le perturbazioni organizzate anche sul mediterraneo, quindi la settimana in arrivo sarà prettamente autunnale, con piogge ben organizzate e diffuse sull’Italia.

Manna per molte zone che soffrono ancora un deficit pluviometrico, con pochi precedenti.

Ecco le precipitazioni previste dal, modello europeo per i prossimi 10 giorni.

Un’altra novità potrebbe essere anche l’interazione con correnti fredde di stampo continentale, che potrebbero interferire da metà settimana con il flusso atlantico.

ATTENZIONE A QUESTA FASE PERCHÉ SARÀ DELICATISSIMA, infatti oltre che avere il possibile ritorno del freddo tipico di inizio inverno, non si esclude che possa tornare anche la neve a quote basse qual’ora precipitazioni e freddo in entrata fossero sincronizzati.

Abbiamo grandi movimenti che sono da seguire molto attentamente perché l’inverno potrebbe bussare alla porta in anticipo e ce ne sarebbe per tutti.

Seguiteci per saperne di più un saluto a tutti.

Christian

 

 

 

 

Lascia un commento