VALLE ANTRONA

VALLE ANTRONA
Spread the love

Il parco naturale dell’Alta Valle Antrona è un’area naturale protetta istituita dalla Regione Piemonte nel dicembre 2009 con una superficie di 7.444 ha.

Si trova nelle Val d’Ossola, da quota 500 metri del fondovalle nei pressi di Viganella fino a quota 3.656 metri del Pizzo d’Andolla nel territorio di Antrona Schieranco; è un parco di alta montagna, con 4 bacini artificiali in quota ed il lago d’Antrona, originato da una frana nel 1642. L’ambiente naturale è ancora integro, nonostante l’attività mineraria del secoli scorsi e recentemente la colonizzazione idroelettrica.

Gran parte del Parco confina con la Svizzera, inoltre la sua gestione è affidata al Parco naturale dell’Alpe Veglia e dell’Alpe Devero.

Antrona Schieranco (Antrùna in dialetto ossolano) è un comune italiano di 411 abitanti della provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Il comune nacque nel 1928 tramite la fusione dei due comuni preesistenti: Antronapiana e Schieranco.

TERRITORIO

Il comune ossolano include nel suo territorio l’intera parte superiore della Valle Antrona, la vallata del torrente Ovesca, affluente di destra del fiume Toce, ed è dominato ad ovest dalle Alpi, spartiacque tra la val d’Ossola e il bacino del Rodano, con il Pizzo d’Andolla.

Il paese è un ottimo punto di partenza per escursioni verso i numerosi laghi situati nelle vicinanze. Formatosi in seguito alla frana del 1642, il lago di Antrona venne successivamente modificato nella sua morfologia per permettere il suo sfruttamento a fini idroelettrici. Sono inoltre presenti altri bacini artificiali che disegnano il paesaggio della parte più alta della valle: i laghi di Campliccioli, di Camposecco, Cingino e dei Cavalli. Nei pressi di quest’ultimo un gruppo di vecchie baite in pietra prende il nome di Cheggio, un tempo ricco alpeggio, ora riferimento escursionistico per il turismo in valle Antrona. Insieme a San Pietro, “La Madonna” e a Schieranco costituivano il soppresso comune le frazioni di Prabernardo e Locasca.