Crea sito

ULTIMISSIME , ECCO LE REGIONI IN POLE PER LA NEVE

Buona serata a tutti…

Sono state giornate di colpi di scena, dal gelo pesante alle parziali ritrattazioni dei modelli.

Oggi però proprio mentre ci stiamo avvicinamento all’evento peraltro intuito già in periodo natalizio, possiamo dare le prime ipotesi.

L’Europa orientale sta per sperimentare un vero impulso di gelo davvero pesante. Questo dalla Russia tenderà a inoltrarsi fin verso i Balcani e in questo spostamento riuscirà a  lambire anche l’Italia.

Sappiamo  bene che l’Italia è complessa e difficile per fare le previsioni ma con un nocciolo così gelido di poco ad est, di certo non mancheranno i colpi di scena.

L’avvicinamento del fronte gelido porterà molto vento nelle prossime ore e nella giornata di domani.

Venti di maestrale tesi sui mari occidentali, favonio al nord specie sull’arco alpino, Bora sull’alto adriatico, e Grecale sul medio basso adriatico.


Questo sarà solo l’inizio di una fase gelida per alcuni, molto fredda per altri.

I modelli infatti si stanno allineando proprio in queste ore dopo il caos generale come spesso queste configurazioni creano ai centri di calcolo.

Già da domani infatti avremo un primo FORTE calo delle temperature ad iniziare dalle regioni adriatiche che entro venerdì dilaghera’  su tutta Italia.

Ecco il fronte gelido in avvicinamento.

Si entra nel clou quindi proprio nel week end.

Diamo quindi uno sguardo a quali sono le regioni che potranno essere le più colpite e dove la neve potrebbe fare la sua comparsa.

SABATO 

Sarà una giornata molto fredda per la Penisola con possibilità di isolati rovesci nevosi fino a quote molto basse lungo l’Adriatico centro meridionale.

PARLIAMO IN QUESTO, FRANGENTE DI MARCHE ABRUZZO MOLISE E PUGLIA DOVE LA NEVE POTREBBE INBIANCARE ANCHE LE COSTE ANCHE CON FENOMENI DI NEVE TONDA O GROUPEL. 

Una certa instabilità interesserà anche il Tirreno meridionale soprattutto LA SICILIA E LA CALABRIA SPECIE IONICA.

Qua il tempo si presenterà con rovesci sparsi e nevicate fino a quote collinari in Calabria, più alte in Sicilia.

Sul resto della Penisola condizioni asciutte e più soleggiate ma con temperature invernali.

DOMENICA

Si acutizza ulteriormente il freddo, gelo quasi ovunque, il minimo sul  basso tirreno in risalita sarà in grado di portare un ulteriore peggioramento sui versanti occidentali.

Possibili precipitazioni di neve o Groupel fino quasi in pianura su LAZIO TOSCANA FORSE UMBRIA ED EMILIA ROMAGNA.

SULLA CAMPANIA PIOGGIA MA, NEVE GIÀ A QUOTE DI BASSA COLLINA MA NON ESCLUSE SORPRESE NEMMENO QUA. 

In questo frangente meglio al nord Italia seppur con clima gelido e con una copertura nuvolosa diffusa.

RAMMENTIAMO CHE LE PRECIPITAZIONI NON SARANNO ABBONDANTI MA potrebbero imbiancare alcune aree con qualche cm.

Meglio in appennino centro meridionale che con effetto stau potebbe avere accumuli ben maggiori.

NORD ITALIA

non ci siamo dimenticati del nord, per gli amici del settentrione infatti come spesso accade in questi casi si rimane a bocca asciutta in un primo momento.

ATTENZIONE PERÒ PERCHÉ I MODELLI VEDONO UN RITORNO DEL FLUSSO ATLANTICO AD INIZIO PROSSIMA SETTIMANA. 

 

Questo significherebbe che dopo la formazione del classico cuscino padano anche il nord Italia potrebbe avere la classica nevicata, da scorrimento.

Per ora manca ancora  molto é vero ma dopo la sfuriata gelida si potrebbe andare incontro anche ad un ritorno del flusso artico tanto deriso nei giorni scorsi.

Ecco le proiezioni del modello americano nel long.

GENNAIO 2021 FARÀ PARLARE DI SÉ E SE IL TREND È QUESTO ANCHE FEBBRAIO POTREBBE PROSEGUIRE SULLA FALSA RIGA ATTUALE.

Previsione in continua evoluzione non perdete i prossimi aggiornamenti.

 

Vi auguro una buona serata a tutti…

Fatela cadere…

Christian