THOMAS HARDY E LA SUA “NEVE NEI SOBBORGHI”

THOMAS HARDY E LA SUA “NEVE NEI SOBBORGHI”
Spread the love

E’ uno dei miei autori preferiti.

Poeta e scrittore Inglese i suoi romanzi parlano tutti d’amore, come non amarlo.

E la poesia che segue un poema al silenzio e alla gioia che ogni fiocco che scende reca.

E questa poesia ne celebra la bellezza.

 

“Neve nei sobborghi”

Ogni ramo n’è carico,
Ogni rametto incurvato;
Ogni forcella è un candido piede palmato;
Ogni strada e ogni marciapiede è fatto muto;
Alcuni fiocchi si sono smarriti, brancolano indietro verso il cielo:
Incontrando quelli che cadano in lente volute, si volgono e ridiscendono.
Gli steccati sono saldati insieme come un muro,
E non c’è fiato di vento nella pioggia di vello lanoso.
Un passero entra nell’albero,
Ed ecco improvviso
Un grumo di neve tre volte il suo piccolo corpo
S’abbatte sopra di lui, gl’inonda la testa e gli occhi.
Lo rovescia,
Quasi lo inurna,
Si posa su un rametto più basso, e l’urto lieve
Sventaglia via una scarica frusciante d’altri grumi adagiati.
Gli scalini sono un pendio imbiancato:
Lo risale con debole speranza
Un gatto nero, grandi occhi e sparuto;
E noi lo si fa entrare.

Lascia un commento