Speciale Immacolata, configurazione da manuale

Speciale Immacolata, configurazione da manuale
Spread the love

Un saluto a tutti.

Per chi aveva previsto un dicembre sotto tono e caldo, ecco servita una configurazione che definirei da manuale proprio per il ponte dell’immacolata.

Il tempo andrà a peggiorare proprio verso la fine della Giornata dell’immacolata e se ne avrà almeno per 4 giorni con l’Italia che vivrà una fase di maltempo acuta.

Andiamo però con ordine e vediamo cosa ci attende nei prossimi giorni.

Una profonda saccatura di bassa pressione direttamente dal nord Europa, colma di aria gelida di origine artica Marittima, si scontrera’  con altrettanto poderosa bassa pressione Ma di origine atlantica e molto mite.

Le due depressioni tenderanno a scontrarsi sulla Spagna e daranno luogo ad una CICLOGENESI mediterranea con maltempo intenso venti forti, nubifragi, temporali e anche neve a quote molto basse al nord ovest.

 

Il profondo vortice di bassa pressione che si formerà tenderà nel corso dei giorni a spostarsi verso nordest quindi l’aria molto fredda che in una prima fase raggiungerà solo l’Europa occidentale riuscirà ad entrare alla fine anche sul Mediterraneo.

Associate al vortice una serie di perturbazioni raggiungeranno la nostra Penisola, saranno perturbazioni molto intense perchè stimolate proprio da questi forti contrasti termici.

Attenzione proprio tra la Sera dell’immacolata e venerdì, perché l’aria fredda preesistente al nord ovest favorirà nevicate fino a quote bassissime sul Piemonte.

Parliamo di una quota neve intorno ai 150m sul Piemonte centro meridionale mentre sul resto della regione e sulla Lombardia occidentale e settentrionale la neve potrebbe scendere dai 400m circa.

Maltempo intenso in arrivo sul centro italia con temporali violenti nubifragi e venti ciclonici.

Al sud si avrà inizialmente una violenta sciroccata con le temperature che in Sicilia schizzeranno anche oltre i 24 25 gradi.

Possibili differenze molto marcate quindi tra il nord e il sud con differenze di temperature anche di 20 gradi.

Da venerdì si avrà comunque un rialzo delle temperature un po’ ovunque e anche al nord la quota neve tornerà intorno ai 1000 1200m.

Nella giornata di sabato però attenzione perché il vortice di bassa pressione tenderà a spostarsi verso i Balcani.

Questo lascerà strada libera al gelo ben presente in Europa a dilagare dapprima dalla porta del rodano e poi dalla porta della bora anche sull’Italia.

Ecco quindi che si rinnoveranno nuovi temporali e rovesci anche grandiginei sull’Italia, con la quota neve che tornerà a crollare al  nord anche nord est, fino a quote molto basse (da confermare molto vicine alle pianure) e successivamente anche al centro.

Sarà una configurazione da  MANUALE, che rende ancora difficile la corretta collocazione dei fenomeni. Ma ci sarà da divertirsi…

Seguite gli aggiornamenti mi raccomando..

 

Christian