Crea sito

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Vorrei potervi narrare una delle opere che amo di più di tale William Shakespeare, ma in realtà parlo del solstizio d’estate che avrà luogo il 21 giugno (tre)e che nasconde molteplici significati.

Intanto la parola solstizio deriva dal latino: sol e sistere, quindi sole fermo, sostare, e già qui la dice lunga, 6 mesi dove il sole imperterrito e impavido come un cavaliere sorge fiero e lancia i suoi raggi sulla terra, per dare vita ovvio, ma aimè per chi ama il freddo son dolori.Il momento più caldo dell’anno.Le tradizioni celtiche lo festeggiavano per tre giorni, con il nome di Litha.

I druidi durante la notte del 21 giugno si recavano a cogliere le gemme che la terra offre spontaneamente, come simbolo di protezione che li avrebbe accompagnati per tutto l’anno.

Una notte considerata magica dove tutto puo’ succedere.Il giorno più lungo , ma dal giorno dopo le sere arrivano prima, la luce dimunisce e per chi ama il freddo è un sottile dettaglio, come quando il 13 dicembre le giornate iniziano ad allungarsi, ma questa è meteo e non vi annoiero’ con dettagli di dove il Sole si trova, a quale parallelo o in che emisfero.

Popoli di tutto rispetto lo veneravano, Inca, Maya e lo stesso William ne cita la magia onirica per celebrare l’amore assoluto, anche se poi in quella notte tutti amano chi non devono. Resta di fatto che si trova a metà dell’anno e segna la svolta, quella che poi porta alla nostra stagione.Be dico che dovremmo festeggiarla, è come una porta che apre le danze verso la vera stagione che qui amiamo nel profondo.

Attenzione quindi. Occhi al cielo ed esprimete il desiderio: si dice che in quella notte tutto si avveri, solo prestate attenzione all’Erba di San Giovanni, perchè chi la calpesta si troverà nel regno della fate.

Be ma allora è la mia notte. Fate, riti magici, giorni che si accorciano, e la danza ddelle streghe intorno a Stoneenghe, da qui non ne usciamo, magia e riti, tempo, amore e leggende. la mia vita.

Stonehenge è un luogo magico e misterioso. Si tratta di un complesso di monoliti legati forse alla cultura celtica. Sulle reali origini della sua costruzione esistono ancora numerosi dubbi.
Almeno 20 mila persone anno dopo anno durante la notte del solstizio d’estate si danno appuntamento a Stonehenge per attendere il sorgere del sole. La festa dell’attesa del sole si svolge tra rievocazioni storiche e spettacoli che richiamano il medioevo.
La festa si accende quando i raggi del sole iniziano a filtrare tra le antichissime pietre di Stonehenge, che letteralmente significa “pietre sospese”. Ad oggi Stonehenge è considerato un sito preistorico ancora avvolto nel mistero. La sua posizione a 130 chilometri a sud di Londra lo rende raggiungibile abbastanza facilmente dalla capitale britannica.

fonte web