SICILIA COLPITA DURO DAL MALTEMPO, PROSSIMI GIORNI NON MIGLIORA

SICILIA COLPITA DURO DAL MALTEMPO, PROSSIMI GIORNI NON MIGLIORA
Spread the love

Buona serata a tutti.

Pesantissimo il bilancio al sud Italia, dove Sicilia e Calabria stanno subendo  violento maltempo.

 

È ormai alluvione in diversi comuni che rimangono isolati.

Una depressione al largo della Tunisia pompa ingenti quantitativi di pioggia verso la Sicilia e la Calabria.

Le aree PIÙ colpite sono quella del, CATANESE SIRACUSANO  E LA ZONA DELL’ETNA.

PURTROPPO i quantitativi di pioggia caduti i 48 ore sfiorano i 500mm nell’area dell’Etna ma altrove spiccano i 400mm nella provincia di Catania e Siracusa.

Pesantissimo il bilancio con esondazioni, paesi isolati, allagamenti e purtroppo si conta una vittima e alcuni dispersi.

Basta vedere la Furia delle acque che sta colpendo alcune aree.

I prossimi giorni non andrà meglio purtroppo.

Il vortice tunisino continuerà a condizionare il tempo sulle nostre regioni meridionali.

Dal suo centro si dipartirà un fronte che investirà in pieno il settore ionico dello Stivale.

MASSIMA attenzione anche alla Puglia nelle prossime ore specie Salento.

Questo genererà condizioni di maltempo prevalente fino a mercoledì sulla Sicilia orientale.

Ci aspettiamo quindi ulteriori apporti pluviometrici dopo quelli già ingenti di questi giorni, che hanno portato a locali situazioni alluvionali.

MASSIMA ATTENZIONE

Dalla metà della settimana in corso una saccatura di origine atlantica riuscirà a farsi strada all’interno del vasto campo di alta pressione che si distende lungo l’Europa centro-occidentale e lo farà AGGANCIANDO IN PARTE LA DEPRESSIONE NORD AFRICANA.

QUESTA SI GETTERA’  NEL Mediterraneo e andando a rinvigorire LA DEPRESSIONE ATTUALE. 

Altre pesanti piogge in arrivo quindi sui settori meridionali che metteranmo a durissima prova tutta la Sicilia e la Calabria.

Attenzione perché proprio negli ultimi giorni del mese l’atlantico potrebbe quindi a dominare il mediterraneo mettendo sotto scacco l’Italia da nord a sud.

Addirittura un afflusso freddo dai primi di novembre potrebbe portare la neve intorno ai 1000m sulle Alpi (da valutare).

Situazioni al limite ormai dobbiamo purtroppo abituarci.

Seguite i prossimi aggiornamenti mi raccomando.

Un saluto a tutti…

Christian