Crea sito

SIAMO RESPONSABILI DI CIO’ CHE ACCADE

SIAMO RESPONSABILI DI CIO’ CHE ACCADE
Spread the love

Ci viene richiesta una grande attenzione,

bisogna devvero rimediare e solo noi possiamo farlo.

Nettuno il Dio del mare.

Lo conoscete? No psrlo della divinità ma del pianeta.

Che vi piaccia o no siamo parte del firmamento.

Abbiamo stretta parentela con i pianeti e le stelle, e il cielo e lo spazio e tutto cio’ che è enegia e materia formatasi prima di noi.

Nettuno ha il grande potere di stemperare la materia  e di congiungere i due mondi, ma non bisogna opporsi alla sua forza.

In questo periodo sta transitando in Pesci, il suo elemento.

In più ha stretto collaborazione con Plutone, il dio degli inferi.

Non mi metto a partlare di astrologia dicendo che hanno entrambi la Luna in Bilancia, ma questo è ,.

Il firmamento è una mappa dettagliata di cio’ che già c’è.

E gli eventi di questo  ultio priodo ricevono da questi pianeti e congiunzioni dlle sollecitazioni estreme: tutto cio’ che è celato deve emergere.

Se lo respingiamo tutto questo ha come contraccolpo che il pianeta e il sistema rimette tutto nell’ordine che conosce.

In qualche modo questa energia deve manifestarsi.

Verità scomode .

Aspetti personali, tutto quelo che non vogliamo sentire e invece dobbiamo,.

Emerge tutto: il dolore, le parole scomode, aspetti lavorativi e personali tenuti nascosti o poco chiari.

LA NATURA NON PUNISCE: RISTABILISCE

Siamo arrivati su questo pianeta per ultimi.

Dopo di noi non è stata creata più nessuna specie.

Ci hanno dato tutto quello che ci serviva per vivere.

Un pianeta confortevole, acqua e cibo .

Persino animali per il sotentamento e per la compagnia.

Siamo tutti connessi non si puo’ ignorare.

E tutto deve fluire , cosi come è stato stabilito.

Ora terribile quello che è accaduto in Germania, e prima di li in tanti altri posti.

Ma se andiamo ad analizzare bene si vedrà che non andavano costruite case a ridosso del letto di un fiume.

Capisco che per molti è difficile comprendere queste parole.

A dire il vero qualcuno ha anche provato a spiegarcele, a dirci come vivere senza offendere ” Madre terra”.

Ma l’uomo vive di superbia: si crede onnipotente.

Il messaggio è: se non siamo attenti a non ferirci tra di noi ignorando le nostre esigenze, come possiamo capire che stiamo maltrando un pianeta che ci ospita?

Nulla capita per caso, e non è un cambiamento climatico o il tempo impazzito.

Ma un sistema perfetto che ha sempre funzionato per mantenere un equilibrio.

E siamo solo all’inizio.

Con questo non dico che i Pianeti confabulano per dare inizio a situazioni , ma sollecitano quello che già esiste.

Anche su di noi: umori, arrabbiature, chiarimenti.

SIAMO UN TUTT’UNO.

Assumersi le responsabilità sarebbe un primo passo, appena sentiamo tutto questo che emerge.

E’ compito nostro rimediare, quando ci danno il preavviso.

Ogni qual volta succede un evento catastrofico siamo chiamati a rivedere i nostri comportamenti.

Non ci credete?

Affaciatevi fuori e osservate cosa sta succedendo.

 

 

 

Lascia un commento