SETTIMANA FREDDA IN ARRIVO, NEVE PIOGGIA VENTO AL CENTRO SUD, E IL NORD??

Spread the love

Buona serata a tutti voi e buona domenica.

L’impulso freddo che oggi ha portato le prime nevicate sull’Appennino centrale verrà alimentato nei prossimi giorni da altri impulsi freddi che manterranno la settimana molto dinamica. 

Gia nella giornata di domani un secondo impulso freddo porterà un peggioramento sulle Alpi di confine specie orientali.

 

AUMENTANO anche le nubi sul nord est con piogge sulle coste venete in espansione a quelle romagnole.

ATTENZIONE VISTO L’AFFLUSSO FREDDO IN QUOTA ARRIVA LA NEVE A QUOTE DI TUTTO RISPETTO.

Neve a 1300 m sull’Appennino romagnolo, umbro marchigiano e abruzzese nella giornata di domani altrove si resterà in attesa della giornata di martedì.

Nel contempo le figure bariche sullo scacchiere Europeo, vedono un anticiclone sull’Europa occidentale che rimarrà però troppo sbilanciato verso nord, esteso fino alle Isole britanniche addirittura l’Islanda.

Ne conseguirà la discesa di altri impulsi freddi provenienti dal Nord Europa e diretti verso il Mediterraneo centrale e parte d’Italia.

Uno di questi raggiungerà le Alpi settentrionali nel corso di martedì, e darà luogo ad un aumento della nuvolosità su Alpi, Liguria e Triveneto con qualche fenomeno che sui rilievi confinali del Nord Italia. Neve probabile su Alpi Marittime mentre altrove al nord si rimarrà sotto vento quindi ancora con tempo asciutto.

Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso fin verso i 1500m. 

Maltempo che si accentua al centro sud con probabile forte maltempo su buona parte dell’Italia peninsulare, specie versanti adriatici.

Entro mercoledì giovedì la situazione su scala europea sarà così determinata.

Grandi anomalie in Europa centrale e italia, con clima pienamente autunnale e prime gelate a quote basse.

Mentre in Atlantico, Islanda e Groenlandia si avrà un sopra media molto accentuato.

NORD ITALIA A SECCO

In questa fase di inizio autunno penalizzato il nord Italia e buona parte delle Tirreniche centro settentrionali.

Il vasto calmpo di alta pressione presente in Atlantico, funge da blocco per l’arrivo delle vere perturbazioni. 

Il Quadro anche nel medio lungo termine, sembra piuttosto complicato per l’arrivo delle piogge autunnali e delle vere nevicate sulle Alpi.

Solo verso il 20 del mese una possibile debole oscillazione del flusso atlantico, grazie ad un riassorbimento delle anomalie positive della pressione, potrebbe riportare un po’ di dinamicità meteo a livello di  precipitazioni.

Ad oggi grandi segnali però non ne abbiamo per il ritorno delle Grandi piogge, che poi sono quelle che servirebbero in questo momento.

Seguite tutti i prossimi aggiornamenti mi raccomando.

Un saluto a tutti e buona serata.

Christian