SCHIAFFO ARTICO LUNEDÌ, VENTI IMPETUOSI E NEVE IN ARRIVO

Buona serata a tutti.

L’anticiclone ha ormai stancato, ma tra oggi e domani raggiungerà i suoi massimi regalando insulse giornate tiepide, proprio nei giorni dove dovrebbe fare più freddo, i cosiddetti giorni della merla.

Nella giornata di domani però tenderà a spostare i suoi massimi verso ovest, lasciando libero accesso ad un nuovo impulso freddo misto, in parte artico, in parte polare, che riporterà un po’ di inverno sull’Italia.

Le nubi  aumenteranno già nella giornata di domani specie sul versante tirrenico.

Questo per via dell’attivazione  di correnti da ovest, che precederanno la discesa del fronte freddo dal Nord Europa.

Questo sarà comandato da un vortice che nel corso di lunedì si approfondirà proprio intorno all’italia, determinando un peggioramento sulle nostre regioni centro-meridionali e sulle Alpi di confine.

Questo verrà inoltre alimentato da aria molto fredda in discesa dalle alte latitudini determinando un nuovo abbassamento delle temperature e della quota neve sull’Appennino.

Nella giornata di lunedì e anche martedì avremo un rinforzo dei venti settentrionali che potrebbero diventare addirittura tempestosi su quasi tutta l’Italia.

Attese raffiche sui bacini occidentali specie su Sardegna Sicilia e tirreno centrale anche di oltre 100kmh.

Forti venti anche sulle Alpi dove anche qua si raggiungeranno i 100kmh facilmente.

 

Venti tesi anche in pianura al nord Italia di favonio , che spazzeranno la Lombardia il Piemonte orientale con raffiche fino a 50 60 kmh.

Qua le temperature saranno in aumento nuovamente per i venti di caduta.

Torna la neve anche abbondante sulle Alpi principalmente di confine, nevicate “rubate” quindi un po’ alla Svizzera un po’ all Austria, che però riporteranno un po’ di normalità fino quasi i versanti meridionali delle Alpi.

Piogge in arrivo sul centro sud Italia accompagnate da forti venti e da nevicate che torneranno a cadere in appennino a quote collinari.

Il grande escluso rimarrà ancora il nord che da 2mesi non vede nessuna precipitazione.

 

Ripercussioni si avranno fino al giorni della Candelora su Alpi confinali con nevicate che porteranno accumuli importanti.

A seguire L’anticiclone potrebbe riprendere ad espandersi riguadagnando terreno sull’Italia ma potrebbe  durare poco.

Non si, esclude infatti un peggioramento del tempo sull’Italia occidentale già da metà settimana prossima che potrebbe riportare un po’ di dinamicità anche al nord anche se ad oggi i segnali si sono un po’ affievoliti.

Seguite gli aggiornamenti perché non si  butta via niente in questi periodi di magra!

Un saluto a tutti e buona serata…

Christian