Crea sito

PROSSIME ORE:SFONDA IL FREDDO, SI FORMA IL CICLONE ITALICO

Buongiorno a tutti e ben ritrovati.

Aggiornamento per quanto riguarda il primo vero e proprio impulso invernale in arrivo per questa stagione.

Già da questa sera avremo le prime avvisaglie con l’arrivo di venti settentrionali al nord Italia e sulle Alpi di confine.

Questi precederanno il fronte freddo che scivolera’  verso est dell’Italia, con successiva formazione di un ciclone italiano.

Il fronte sospinto da aria fredda in arrivo dal Mare del Nord eroderà l’anticiclone sull’Europa che ha stazionato per tutto il mese e si butterà sul Mediterraneo centrale.

Questo sarà in grado di coinvolgere anche parte d’Italia.

Dopo aver scaricato qualche debole nevicata nelle prime ore della  prossima notte sulle Alpi confinali salterà il Settentrione purtroppo che rimarrà sottovento alle Alpi.


Piccola eccezione per l’Emilia Romagna  che vedrà qualche acquazzone durante l’ingresso perturbato.

Il grosso del peggioramento si avrà sulle regioni centrali e in Sardegna con rovesci e temporali che si propagheranno verso il basso Tirreno, Basilicata e alta Puglia entro fine giornata di domani.

Venti di tempesta fino ad oltre 100kmh sono attesi su alto adriatico sotto forma di Bora specie a Trieste, ma anche sotto forma di maestrale tra Sardegna e Sicilia con rischio anche di danni e mareggiate anche in Toscana e parte del Lazio.

 

VENTI DI TEMPESTA NEL WEEKEND

ARRIVA LA NEVE IN APPENNINO 

come già detto nei precedenti aggiornamenti sarà un week end di stampo invernale sull’Italia.

Piogge vento temporali e anche nevicate arriveranno entro la giornata di domani.

NEVE CHE CADRÀ ANCHE ABBONDANTE SOPRA I 700 1000M DI QUOTA SULL’APPENNINO SETTENTRIONALE E INTORNO AI 1300 1600M SU QUELLO CENTRALE.

Al sud il peggioramento arriverà dalla serata di domani e avrà il suo apice intorno a sabato.

La neve qua cadrà intorno ai 1800m.

Aspettiamoci una vera e propria tempesta, in quanto il mix tra venti forti e precipitazioni renderanno difficile la situazione in alcune aree.

 

Per il nord continua l’anomalia pluviometrica in negativo, unica nota positiva il calo delle temperature che porterà le prime gelate anche in pianura in val Padana.

Anche qua in serata specie al nord ovest avremo l’aumento dei venti con episodi anche forti di favonio che in alcuni casi potranno raggiungere raffiche fino 80 90 kmh sulle Alpi, e fino a 50 70 kmh sulle alte pianure.

Vi ricordiamo di seguire sempre gli aggiornamenti perché potrebbero esserci variazioni in merito.

Un saluto a tutti buona continuazione…

Christian