sabato, Giugno 22, 2024
HomeMeteoPrevisioni meteo: in arrivo una perturbazione da Minsk. Ecco tutti gli effetti...

Previsioni meteo: in arrivo una perturbazione da Minsk. Ecco tutti gli effetti sul clima e sulle temperature!

Le previsioni meteo sull’arrivo del freddo in Italia si sono avverate: proveniente dalle regioni nordorientali dell’Europa, questa volta la massa d’aria ha origine dalla Bielorussia. È giunto il momento del gelo di Minsk. Una massa d’aria artica, che da giorni si è posizionata tra Scandinavia, Polonia e Bielorussia, con temperature che si attestano tra i -9°C e i -18°C, si è spostata nelle ultime ore verso Sud-Est colpendo in maniera intensa l’area del Mar Nero, la regione carpatica-danubiana e, in misura minore, anche il nostro Paese.

Il sensibile calo delle temperature, registrato in Italia ieri e stamattina, è dovuto all’espansione del gelo bielorusso (la Bielorussia, o Russia Bianca, si trova tra Polonia e Russia ed ha riportato negli ultimi giorni temperature minime di -21°C nella sua capitale Minsk): l’area artica interessa in questo momento la Russia e l’Ucraina con valori siberiani, ma il suo perimetro marginale sta determinando un calo delle temperature di almeno 5-6 gradi anche in Italia.

Previsioni meteo nelle prossime ore

In generale, l’inverno in Italia porta temperature più fredde rispetto alle altre stagioni. Tuttavia, l’ultimo periodo è stato caratterizzato da temperature più miti a causa del cambiamento climatico. Pertanto, una diminuzione significativa delle temperature è considerata anomala. La notizia di temperature di 3°C massime attese a Milano nei prossimi giorni indica un cambiamento significativo rispetto alle normali temperature invernali recenti. Questo fenomeno meteo riflette gli effetti del riscaldamento globale e l’importanza di affrontare le sfide legate al cambiamento climatico.

Cosa aspettarsi nei prossimi giorni

Nei prossimi giorni è previsto un periodo di piogge intense nel Centro-Sud fino a venerdì, a causa di un ciclone che si muoverà dal Mediterraneo, dalle Baleari fino alla Grecia. Le prossime ore vedranno precipitazioni in Sardegna e Sicilia, e poi da questa sera anche sul versante tirrenico.

Giovedì 11 gennaio i fenomeni continueranno ad interessare le stesse zone (con possibilità di estensione parziale anche alle zone adriatiche), e la quota neve sarà simile: sopra i 700 metri avremo ancora neve fresca sugli Appennini, una meraviglia se pensiamo alla situazione triste e desolata di appena una settimana fa, anche sulle piste da sci.

Da venerdì 12 gennaio il ciclone si sposterà ancora più verso Est ed abbandonerà l’Italia, portando un graduale miglioramento nel pomeriggio-sera. Ci saranno comunque ancora previste precipitazioni, anche forti, soprattutto in Calabria, Sicilia e Salento; tuttavia, il tempo migliorerà complessivamente. Rimarrà comunque freddo.

Durante il weekend, nonostante un aumento della pressione atmosferica e un tempo prevalentemente asciutto, ci potranno ancora essere episodi di freddo intenso e gelo notturno: nella Val Padana, grazie a nebbie e nubi basse, potremo addirittura avere giornate ghiacciate (con temperature minime e massime al di sotto dei 0°C). In quel caso, potremmo sperimentare il freddo di Minsk!

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments