PERTURBAZIONE NEL WEEKEND, SI SALVA LA SARDEGNA, MALE PER IL NORD ITALIA

PERTURBAZIONE NEL WEEKEND, SI SALVA LA SARDEGNA, MALE PER IL NORD ITALIA
Spread the love

Buongiorno a tutti.

Troppo lungo ormai il periodo di siccità che sta colpendo l’Italia settentrionale e in parte la Sardegna.

Le previsioni per il weekend prevedevano l’arrivo di una perturbazione atlantica, che seppur risultava ostacolata dalla parte meridionale dell’alta pressione situata sulla Scandinavia, sembrava potesse comunque portare qualche effetto.

Gli ultimi aggiornamenti lasciano un po’ di sconforto anche se qualche disturbo arriverà.

Andiamo però con ordine.

Tre sono le figure principali di questa fase.

Una è la vasta depressione atlantica ad ovest.

La seconda è l’alta pressione sulla Scandinavia che si estende fin verso l’Italia.

La terza è la retrogressione gelida russa che tornerà ad interessare l’Italia.

Nella giornata di venerdì, seppur in misura limitata, la depressione atlantica invierà una perturbazione verso l’Italia.

Questa troverà però ostacolato il suo avanzamento verso est dal promontorio anticiclonico.

La perturbazione così si limiterà ad influenzare il tempo sulle nostre regioni più occidentali, in particolare sulle isole maggiori.

Bene quindi per la Sardegna che dopo un lungo periodo di siccità vedrà il ritorno delle piogge molto abbondanti.

Molto male invece per il nord Italia che subirà l’ennesima mazzata, con il problema siccità che tenderà ad aggravarsi.

 

Intanto la depressione sull’Europa orientale sarà ancora capace di inviare aria fredda verso lo Stivale.

Tornerà quindi addirittura il gelo,  soprattutto sulle regioni adriatiche, dove il tempo sarà generalmente soleggiato.

Temperature in netto calo e ancora piuttosto fredde  ovunque, con estese gelate notturne.

Tra venerdì e sabato aumentano le nuvole anche al nord ovest, e regioni tirreniche, ma a parte solo deboli fioccate sulle Alpi occidentali il Piemonte e la Lombardia rimarranno a secco, con solo locali pioviggini sul Piemonte centro meridionale.

Le basse temperature favoriranno neve a quote di fondo valle sulle alpi occidentali.

Avevamo più volte detro che la Situazione era davvero complessa, e ancora una volta la meglio sembra che l’avrà l’alta pressione, che seppur sbilanciata farà da muro all’ avanzata  Atlantica.

La Situazione si fa davvero esasperata ormai..

Christian