Perché febbraio potrebbe essere esplosivo

Perché febbraio potrebbe essere esplosivo
Spread the love

Un Saluto a tutti e buona giornata.

Andando ad analizzare quello che i modelli propongono già da diversi giorni, farebbe pensare ad un febbraio che potrebbe essere tutt’altro che statico.

Il modello americano che ci permette di individuare le varie fasi del vortice polare, anche nel medio lungo periodo, mostra aggiornamenti davvero interessanti che potrebbero  caratterizzare tutto il mese di febbraio ,e perché no anche parte di marzo.

Già la prossima settimana Un primo stratwarning piuttosto intenso interesserà l’area asiatica ,

ma questo sarà solo uno dei tanti surriscaldamenti stratosferici che potrebbero avvenire entro fine mese.

Eloquenti le mappe che vedono un primo riscaldamento appunto intorno al 24 e altri successivi verso fine mese/inizio febbraio.

 

Ben visibile come Il vortice polare subirebbe un forte indebolimento al Loro seguito,

che significherebbe qualora ci fosse una comunicazione con la troposfera, grandi scambi meridiani.

Il tutto sembra anche supportato da un indice Nam che potrebbe sfondare anche la soglia di -3.


Il superamento della soglia di – 3 indica un warming (riscaldamento stratosferico) molto evidente ed in media si avrà un regime di AO- per circa 40 – 60 giorni (ovvero facilità di scambi meridiani per via di un Vortice Polare molto debole con tempo spesso perturbato).

L’inverno dopo questa settimana molto fredda sull’ Italia ,sembra intenzionato dopo una breve pausa, a tornare a ruggire in Europa e anche verso l’Italia.

Non si esclude difatti che febbraio possa riservare grandi sorprese con impulsi artici piuttosto frequenti, maltempo, ma soprattutto con il gelo continentale che potrebbe colpire anche l’Italia con effetti tutti da valutare.

Ad oggi ovviamente rimane Una tendenza che cercheremo di approfondire strada facendo.

Saluto tutti e non perdete i prossimi aggiornamenti.

Christian

 

Lascia un commento