PAZZA ITALIA, NESSUNA TREGUA TEMPORALI E CALDO FEROCE

PAZZA ITALIA, NESSUNA TREGUA TEMPORALI E CALDO FEROCE
CONDIVIDI

Buona serata a tutti.

Un’Italia questa estate che molti ricorderanno come l’estate perfetta, e molti altri la ricorderanno come l’estate dei record.

Record che riguardano le regioni del sud Italia dove da mesi non  piove, e si trovano ormai da troppo tempo sotto un caldo feroce che di bello non ha proprio nulla.

Il nord  ha subito un mese di luglio con fenomeni estremi spesso troppo violenti per quello che eravamo abituati, poi abbiamo il centro italia.

Le regioni centrali si sono trovate spesso e volentieri sotto il  dominio africano, anche qua giornate roventi che si sono susseguite già dai primi di luglio.

Qua però  a fasi alterne qualche piccolo refrigerio seppur poco duraturo c’è stato.

POI ABBIAMO IL FUTURO.

Ebbene anche se non siamo così bravi a prevederlo possiamo però vedere dai principali modelli che quello che avverrà questa settimana e nel prossimo week end non si discostera’ molto da quello che abbiamo già vissuto.

I prossimi giorni vedranno un nord Italia ma anche le centrali questa volta, interessate da nuovi temporali.

Temporali che derivano  da un canale atlantico  che ha la strada aperta in Europa e riesce a portare i suoi effetti fino in Italia.

Fino a mercoledì giovedì anche le regioni tirreniche, Lazio e capitale compresa, potranno avere maggior dinamicità con temperature in calo e temporali sparsi.

Il sud non sarà interessato da nessuna precipitazioni purtroppo e qua continua la lunga agonia seppur un calo delle temperature lo troveremo anche qua.

Temperature che risulteranno si, calde ma non cosi estreme come in questi giorni.

VENERDÌ sarà una giornata di transizione con tempo relativamente stabile da nord a sud e temperature in ripresa anche al centro nord.

 

TENDENZA WEEKEND

Qualcosa potrà cambiare, la saccatura responsabile del maltempo sull’Europa occidentale dovrebbe spostarsi verso est trascinando con se una nuova ala perturbata.

Questa sarà attesa  sull’Italia tra sabato e domenica .

Al momento le zone più coinvolte dal maltempo sembrerebbero essere quelle alpine e prealpina del nord ovest con locali episodi fino alle alte pianure ma non si esclude  un interessamento maggiore di tutto il nord Italia.

 

In questa fase si avrà un nuovo richiamo cocente dal  nord Africa verso il sud con nuove temperature over 40 gradi.

Non si esclude però già, nei giorni successivi un ridimensionamento ovunque con la prima decade che potrebbe terminare sotto media su gran parte d’Italia.

Sarà questo il target per la fine del caldo estremo al sud Italia?

Difficile dirlo ora mancando ancora, molto ma proprio verso ferragosto il caldo potrebbe diventare normale  su tutta Italia.

Seguite gli aggiornamenti mi raccomando.

Un saluto a tutti e buona serata.

Christian