PARTE DEL PIEMONTE E LOMBARDIA A SECCO PERCHÉ?

Buona serata a tutti.

Doveva essere una giornata sotto forti piogge e temporali anche severi per buona parte del nord Italia.

Il Piemonte e la Lombardia, avrebbero dovuto avere i maggiori apporti pluviometrici ma qualcosa è andato storto.

Va detto però che il Piemonte occidentale meridionale e la valle d’Aosta hanno avuto grandi accumuli di pioggia sotto forma di nubifragi.

Questi hanno raggiunto fin’ora i 100mm anche oltre nelle zone pedemontane.

Anche la Valtellina qualche pioggia abbondante L’ha vista come parte dell’estremo  nord est.

Ci sono state due aree principali però che dovevano essere in allerta meteo arancione che hanno visto sfumare per l’ennesima volta la possibilità di riprendersi in parte da una situazione di gravissima siccità.

Il Piemonte orientale e la Lombardia occidentale ma anche l’Emilia sono rimasti praticamente a secco.

La situazione dopo una mattinata con forti temporali dovuti alla Risalita di aria molto umida, è andata via via peggiorando per colpa di venti di favonio che si sono attivati asciugando in parte la colonna d’aria,

inibendo le precipitazioni.

Questi  di conseguenza hanno bloccato anche l’avanzata della depressione che è rimasta pressoché statica per tutto il pomeriggio.

Situazione, che, non era stata prevista quasi da nessuno tant’è che le previsioni erano per tutti di forti piogge e temporali ma che alla fine6 si,l sono tradotte per queste zone in un nulla di fatto.

Adesso purtroppo  una nuova rimonta calda tornerà ovunque senza che la situazione siccità possa migliorare per queste zone…

Grande flop modellistico ancora una volta.

Christian