OTTOBRE DI RICORDI

Spread the love

Il mese più bello dopo la lunga estate terribile passata.

Il mese dei colori, delle foglie, delle zucche e delle tradizioni che più amo.

Adoro immergermi in queste atmosfere da libri alla Jane Austin, dove l’autunno vien descritto come malinconico ma in realtà è confortevole e ti da calore.

I ricordi di bambina sono di tappeti di foglie secche dopo averle raccolte al fianco della strada, mi divertivo appunto a correrci in mezzo e a farle volare.

Ogni volta che questa stagione si affaccia penso: che meraviglia la vita, non ci è dato sapere perchè nasciamo, ne quando moriremo ma ci viene dato il tempo per scoprire e capire quale è il nostro cammino.

LA stagione autunnale è per me fonte di ricordi e di tanta ispirazione, e in questo mi ha guidata a capire chi sono e cosa voglio, l’autunno è un momento dove la terra si rigenera e se simo in grado di capire come possiamo farlo anche noi.

Madre natura nasconde i semi nel terreno e li lascia al buio, dove nel tempo adatto alla maturazione,  quando saranno in grado di affrontare il mondo fuori,  sbocceranno piante fiori  di ogni forma  e colore dando vita di nuovo al ciclo naturale delle cose-

E per noi è lo stesso.

Ricordo che alla fine dell’estate, anche se qui sul lago non sono mai state pesanti , attendevo l’autunno con trepidazione perchè mi avrebbe permesso di stare in casa a leggere, e di dedicarmi a tutte quelle attività che solo queste stagioni mi danno modo e tempo di fare.

Leggere per me è vita, significa viaggiare e conoscere posti,  luoghi e persone che mi lasciano sempre qualcosa.

In estate leggo ma non ho lo stesso trasporto, mentre in autunno e in inverno non smetto mai.

Nei ricordi degli autunni da bambina le storie che amavo di più erano sempre ambientate nei boschi, con folletti e fate.

E crescendo questo non è cambiato.

L’autunno è quella parte di me,  celata  al mondo che si manifesta quando il sole perde intensità.

Fatta di foglie cadenti, di plaid e pomeriggi piovosi, accompagnati da un elegante bisogno di chiudersi in se stessi e curare le ferite, leggendo libri che raccontano di amori impossibili, di torte di zucca e vaniglia.

Ecco il mio autunno.

@barbaramanueladian