NUUK : IL MIO SOGNO SILENZIOSO

NUUK : IL MIO SOGNO SILENZIOSO
Spread the love

Nessuno ha segnato la strada
che tu devi percorrere
verso l’ignoto,
verso l’incerto.

Questa è la tua strada.
Solo tu
puoi percorrerla. E non
puoi tornare indietro.

E non segni la strada,
nemmeno tu.
E il vento cancella le tue impronte
sulla montagna deserta.

dal web

 

Guardarla, e dico solo guardarla mi fa sembrare di essere li.

Sembra perfino finta da quanto è perfetta.

Perfette le case nelle linee, nei colori nelle disposizioni.

Il cielo cupo , per non parlare  del   mare  scuro e glaciale che lambisce questa città autentica opera del freddo,almeno per  me.

Groenlandia il sogno, quello dove potrei anche fermarmi a vivere per sempre.

Nuuk la sua capitale,la perfezione di cui sopra parlo.

e’ la capitale più a Nord che esista, fondata il 29 agosto 1728 abitata da sempre dai Vichinghi, successivamente venne occupata dagli Inuit e dai danesi.

Nuuk, significa”Il Capo”

Il suo clima polare, inverni freddi ed estati fresche lo rende il posto più appetibile per chi, come me non ama le alte temperature.

Il sole a dicembre sorge alle 10 e tramonta alle ore 14, poche ore di luce, temperature sotto lo zero, un vero paradiso per Orsi che amano il solitario, la notte il freddo.

In fondo cosa c’è di meglio di un silenzio elegante cheti permette di ascoltare i discorsi di un mondo, dove il tempo sembra essersi fermato.

E si fermare il tempo, e godere di silenzio, cullati dal solo rumore del vento, abbracciati al freddo polare: immagino di uscire la sera e trovarmi di fronte una distesa di ghiaccio, a tratti interrotta dalle barche dei pescatori, io avvolta nel mio cappotto, e una sciarpa lunga come le notti della Groenlandia.

Immagino di scrivere ispirata da questi luoghi incantati e magici, immagino i Vichinghi che salpavno con le loro navi alla conquista del mondo, immagino gli Inuit che ora costruiscono Igloo, vivere in pace e serenità in un posto che non conosce cronaca rosa, scandali e leggerezza.

Vivere in un posto cosi ed apprezzare davvero la vita nella sua totalità.

Ma sopratutto godere di un freddo polare, che solo pochi eletti sanno quanto calore puo’ dare.

In ongi caso tutta la Norvegia, la Groenlandia, tutto l’Artico e tutto cio’ che è freddo, è qualcosa che amo, che mi appartiene , che mi da vita.

Vorrei essere una viaggiatrice del mondo e scoprire tutto, di questi paesi considerati meno rispetto alle località turistiche, con mari tropicali e spiagge bianchissime, che nulla a togliere hanno il loro perchè.

Ma nel freddo, nel mondo ghiacciato e solitario, nelle foreste imperiose dove la neve è eterna, e dove i mari urlano la loro immensa maestosità ,io trovo vita.

Sono comunque una viaggiatrice nell’anima, attraverso immagini, libri riesco a vedere posti meravigliosi, e Nuuk ha catturato la mia attenzione.

Sembra quasi un cartone animato, con il mare blu profondo e le case illuminate che guardano verso l’orizzonte, vicine e silenziose,ordinate ed eleganti.

Sembra di entrare in un mondo parallelo, dove da noi città metroplitane e caotiche vivono ininterrottamente, mentre qui complice nahce lo scandire della luce solare che è breve, il rallentare del battito,del respiro e della vita stessa ti proietta in un mondo di pace.

Nuuk, Il Capo .

Nuuk la nobile , Nuuk la fredda.

Nuuk: il mio sogno silenzioso.

ORSO BIANCO BARBARA