MONTIERI un viaggio nel tempo

MONTIERI un viaggio nel tempo
Spread the love

Che sia appassionata di tempo lo si sa. Ma che non sia solo meteorologico ancora non l’ho detto.

Si perchè sono affascinata anche da quello che è stato, da storie di paese che ancora oggi rieccheggiano nell’eternità e che solo guardando una foto mi fanno fare un viaggio nel tempo che sa di profumi antichi.

Il Medioevo per molti è stata un epoca buia fatta di povertà e lotte continue, e lo è stato la storia ne racconta di vicende .

Ho letto libri di autori che adoro come Kebn Follet che racconta molto bene cosa si celava dietro la costruzione di Abbazie e Chiese, potere cattolico che muoveva il mondo allora come oggi.

Anche il Nome della Rosa di Umberto Eco, autore italiano, fantastico libro descritto nei minimi dettagli dove i contadini e la nobiltà raccontavano storie di misteri, delitti e amori impossibili , che ancora oggi non vengono cancellati.

Montieri è un paese in provincia di Grosseto, nella Toscana che già conosciamo.

Ho avuto la fortuna di conoscerne un abitante che è fan della nostra pagina, che appena puo’ mi racconta anedotti e detti popolari degni di un racconto medievale, con tanto di detti popolari e usanze.

Il significato di Montieri da dove prende il nome, è Mons Aeris letteralmente monte del rame.

Da qui facile comprendere che l’economia di questo paese situato a circa 700 metri con 1162 abitanti , si basava sopratutto sull’estrazione di metalli come pirite piombo e argento, attività smessa negli anni 90.

Ma quello che mi colpisce è che pur essendo entrato nel 21 esimo secolo a Montieri si mantiene un piede nella Storia e nelle tradizioni.

So per certo che la festa Medievale che si tiene a Luglio è un momento molto atteso: l’intero paese riproduce con tanto di costumi e atmosfere.

Tempora Artis Magicae

 le vie e le piazze del borgo medievale saranno invase da creature fantastiche come streghe ed elfi, divisi nell’eterna lotta tra il bene e il male.

Dalle ore 19, le vie del centro storico saranno invase da streghe, creature dannate ed elfi, per creare un’atmosfera davvero suggestiva e d’altri tempi. Nel corso della manifestazione, inoltre, sarà possibile mangiare presso i punti di ristoro allestiti all’interno delle cantine e per le vie cittadine.

L’evento è organizzato dal Comune di Montieri e dell’Associazione culturale La Meria Montieri. L’accesso al borgo e agli spettacoli sarà a ingresso libero.

da vedere assolutamente.

Marco, il mio informatore mi racconta di attività di famiglia ancora dove si arano i campi, dove si va a fare legna, e dove quando nevica la gente del paese si riunisce tutta insieme per pulire le strade.

Mi racconta di “vecchi del paese ” che come dei libri ancora da scrivere raccontano come prevedere la neve, come saranno i raccolti. E poi dei giovani che restano legati alle tradizioni , storie di amicizia fondate sul ” ci sono sempre” situazioni che si intrecciano in un paese che fortemente vive nel presente ma non dimentica da dove è arrivato.

Non ci sono mai stata ma conto di rimediare conoscere un paese che sa vivere di presente e mantiene i profumi del passato la sa di gran lunga su come si vive bene la vita oggi. Noi troppo distratti da tutto quello che è virtuale dimentichiamo valori e affetti, mentre dai racconti di Marco la cosa che mi affascina è il rispetto per la tradizione una certa ritualità che accompagna gli abitanti ad ogni risveglio.

Il mio invito oltre ad andare a visitarlo è anche quello di assaporarne la regalità dei contenuti.

Il Poggio di Montieri va sicuramente messo in risalto in quanto
la cima di 1.051 meti s.l.m. costituisce la seconda vetta del massiccio, ed è ricca di storia antica

La zona è ricca di numerose risorse minerarie, sfruttate anche in passato fin dagli Etruschi.

Un salto nel passato per capire il nostro futuro e vivere il presente apprezzando cio’ che abbiamo.

Tornare ad avere i pedi in cio’ che stiamo vivendo e che possiamo toccare con mano , la vita vera fatta di amici e famiglia di amori e tradizioni.

A presto

Ba