lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeMeteoMeteo Torino: neve in arrivo e grandi disagi. In collina, in opera...

Meteo Torino: neve in arrivo e grandi disagi. In collina, in opera gli spargisale. Ma in città cosa si prevede?

Il Comune di Torino ha ufficialmente rilasciato un avviso di allerta neve in vista delle condizioni meteorologiche avverse. A partire dalla sera di mercoledì 29 novembre, è stato attuato un piano operativo con l’utilizzo di mezzi spargisale sulla collina torinese. Tale precauzione è stata deliberata in considerazione delle previsioni meteorologiche che segnalano la prospettiva di una precipitazione nevosa di lieve entità già a partire dalla mattinata di domani. L’amministrazione comunale si è impegnata in un’azione preventiva per ridurre potenziali disagi dovuti alle avverse condizioni meteorologiche e garantire la sicurezza dei cittadini. Ma scopriamo nel dettaglio le previsioni del meteo Torino.

Meteo Torino
Meteo Torino: attivazione dei mezzi spargisale

Meteo Torino: spargisale in collina ma non in città

Il piano neve del Comune è entrato in azione, attivando la Cabina di Regia Neve (CRN). Questa struttura, composta da Amiat, Gtt, Polizia Municipale, Protezione Civile e dagli uffici delle divisioni comunali coinvolte, sta attuando il piano in base agli aggiornamenti meteo. La CRN valuterà il livello operativo necessario, che potrebbe essere verde, giallo, arancione o rosso. La situazione sarà monitorata costantemente, e saranno coordinati interventi per mitigare eventuali disagi.

Le previsioni meteo hanno indicato la possibilità di modeste precipitazioni nevose durante la notte, e pertanto, fin dalle 22 di ieri sera, sono stati attivati i mezzi spargisale per trattare gli 11 percorsi collinari. Per quanto riguarda la pianura, le temperature più elevate e la bassa umidità, unite alla previsione di piovaschi nelle prime ore della giornata di domani, al momento non richiedono interventi preventivi.

Le previsioni per i prossimi giorni

Una nuova circolazione depressionaria, posizionata tra la Francia e l’Inghilterra, porterà a un’ulteriore deterioramento delle condizioni meteorologiche nella nostra regione. E’ iniziata nella tarda serata di mercoledì e si protrarrà fino a Venerdì. Le precipitazioni saranno più persistenti soprattutto sulle elevate vallate alpine, mentre le pianure saranno parzialmente al riparo. Tra mercoledì notte e l’alba di Giovedì, nuclei di precipitazioni potrebbero estendersi dalle Alpi Francesi verso le pianure a Nord del Po. La presenza di aria fredda al suolo potrebbe causare occasionali fiocchi fino a quote di alta pianura o bassa collina, in particolare nelle zone dell’Alto Torinese, Canavese e Biellese, con accumuli minimi al di sotto dei 400/500 metri di quota.

Durante la giornata di Giovedì e fino a Venerdì, le precipitazioni tenderanno a concentrarsi principalmente sulle alte valli alpine, dove potrebbero risultare a tratti abbondanti. Tuttavia, l’arrivo di aria particolarmente mite in quota determinerà un significativo innalzamento della quota neve, superando anche i 2000 metri, e oltre i 2500 metri nel Cuneese. Si prevedono fenomeni scarsamente presenti o addirittura assenti sulle pianure. Questo aggiornamento è fornito dal Centro Meteo Piemonte CMP.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments