lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeMeteoMeteo prossimi giorni: Capodanno ed Epifania portano una nuova ondata di gelo...

Meteo prossimi giorni: Capodanno ed Epifania portano una nuova ondata di gelo e neve. Ecco le zone più colpite!

Non si può negare che le condizioni meteorologiche degli ultimi giorni di dicembre siano state estremamente deludenti. Il periodo natalizio ha lasciato molto a desiderare, in linea con le stagioni recenti. Era già noto che non fosse il momento più freddo e nevoso dell’anno dal punto di vista statistico, ma è indubbiamente vero che la dolcezza delle giornate appena trascorse è stata assolutamente eccezionale, tanto da segnare nuovi record assoluti per il mese di dicembre. Ma vediamo cosa aspettarci dal meteo prossimi giorni!

Meteo prossimi giorni: cosa aspettarsi a Capodanno

Come accennato precedentemente, sabato 30 dicembre è prevista una veloce perturbazione che, tuttavia, non avrà un impatto significativo sulle festività di Capodanno. Le precipitazioni saranno presenti solo in alcune regioni d’Italia, ma saranno piuttosto deboli poiché non si formerà un minimo di bassa pressione al suolo, quindi non ci saranno piogge o nevicate diffuse.

Tuttavia, in seguito vi sarà un cambio di situazione. Nei primi giorni di gennaio, è previsto il passaggio di un profondo minimo a latitudini leggermente più basse, il quale porterà nevicate anche a quote più basse, condizioni meteorologiche avverse e soprattutto un marcato ricambio d’aria.

Meteo prossimi giorni: le zone più colpite

Dal giorno di Capodanno, una tempesta proveniente dall’Atlantico riuscirà a spostarsi verso sud fino a raggiungere e attraversare il muro anticiclonico, penetrando così nel bacino del Mediterraneo. Il suo arrivo sarà annunciato dall’intensificarsi dei venti provenienti dal sud, in particolare dal Libeccio. La tempesta attraverserà l’Italia il 1° e il 2 gennaio, causando piogge sempre più diffuse nelle regioni centrali e settentrionali, con precipitazioni più intense in Liguria e Toscana. Questo sistema perturbato, spinto dai venti meridionali, sarà alimentato da aria più fresca in alta quota, favorendo il ritorno della neve sulle Alpi a partire dai 1400-1500 metri di altitudine circa. Le temperature subiranno un lieve calo.

Le previsioni per gennaio

Riscrivi in modo molto diverso e in italiano questo: Avevamo già detto che provare a dare sentenze su gelo e neve nel mese di gennaio non era certo professionale. A parte che le proiezioni meteo sono strumenti che hanno un senso solo se vengono adoperate da persone che sono addetti ai lavori. Ma è utile ricordare il fatto che risultano tuttora oggetti strumentali con possibilità di errore anche marcato.

Inoltre, non sono previsioni meteo in sé e per sé, perché non diranno mai che meteo ci sarà tra 20 giorni. Semmai possono dire come potrebbe evolvere il tempo di un rispettivo mese. Comunque, Gennaio parte con un pattern meteorologico non esaltante, anche se di sicuro più invernale rispetto allo scempio dei giorni a ridosso del Natale.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments