domenica, Aprile 21, 2024
HomeMeteoMaltempo: a causa delle forti precipitazioni, scatta l'allarme in tre regioni italiane....

Maltempo: a causa delle forti precipitazioni, scatta l’allarme in tre regioni italiane. Ecco quali!

L’Italia è attualmente colpita da un intenso maltempo, con piogge e venti forti che stanno interessando il Nord e il Centro del Paese. In particolare, oggi, martedì 27 febbraio, sono state emesse diverse allerte meteo: l’allerta rossa è stata dichiarata in Veneto per rischio idrogeologico, mentre in Emilia Romagna e Toscana è stata emanata un’allerta arancione.

Anche Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, parte della Lombardia, del Piemonte, dell’Emilia-Romagna e della Liguria sono state messe in allerta gialla. Inoltre, sono interessati dai fenomeni atmosferici anche altri settori della Toscana, l’intero territorio dell’Umbria, parte del Lazio e della Sardegna.

Questo maltempo è causato da una perturbazione atlantica che sta colpendo gran parte delle regioni settentrionali dell’Italia. Le previsioni meteorologiche indicano che il ciclone continuerà a portare piogge diffuse e locali temporali al centro-nord del Paese. Di conseguenza, il Dipartimento della Protezione Civile, in collaborazione con le regioni coinvolte, ha emesso gli avvisi di allerta per garantire la massima sicurezza dei cittadini.

Maltempo: scatta l’allarme in Veneto

Nel territorio veneto, la situazione meteorologica sarà caratterizzata da piogge abbondanti e persistenti ancora per tutta la giornata di domani. Un flusso umido proveniente dal sud-sudest in quota garantirà un continuo rifornimento di precipitazioni. Oggi, in particolare, si assisterà al picco di intensità del maltempo. Le aree più colpite da piogge abbondanti o molto abbondanti saranno quelle prealpine e pedemontane, ma anche la pianura non sarà risparmiata da una quantità significativa di acqua.

In aggiunta alle precipitazioni, è prevista anche la neve, con un limite variabile tra i 1300 e i 1600 metri, che poi si alzerà gradualmente fino a stabilizzarsi tra i 1500 e i 1800 metri entro mercoledì. Ci si aspettano accumuli consistenti di neve sopra i 1500-1700 metri. Per via di queste previsioni meteorologiche, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale ha dichiarato diverse fasi operative, valide dalle 8:00 di stamattina fino a mercoledì 28 febbraio.

In particolare, è stata dichiarata la fase operativa di ‘Attenzione’ per il rischio di ‘Vento forte’ nei rilievi occidentali e nella pianura occidentale fino a mezzanotte di oggi. Il monitoraggio della situazione verrà costantemente aggiornato per garantire la massima sicurezza dei cittadini.

Allarme meteo anche per l’Emilia Romagna

Il maltempo ha provocato l’emanazione dell’allerta arancione sull’Appennino centro-occidentale dell’Emilia-Romagna per la giornata odierna. Le previsioni indicano un peggioramento delle condizioni meteorologiche con piogge abbondanti soprattutto sulle aree montuose occidentali. Le precipitazioni si trasformeranno in neve solo sopra i 1.500/1.700 metri di quota.

Si consiglia massima attenzione alle frane e alla stabilità dei corsi d’acqua, in quanto è possibile il superamento dei limiti di guardia con possibili fenomeni franosi e rigovernamenti dei versanti montuosi, soprattutto sulle creste, e con possibili innalzamenti dei livelli idrometrici oltre i limiti 1, anche vicino ai limiti 2.

È stata inoltre emessa l’allerta gialla per criticità idraulica e idrogeologica sull’intera pianura centro-occidentale, come comunicato dal bollettino emesso dall‘Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile, basato sulle previsioni dell’Arpae (Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia). Sarà necessario seguire costantemente l’evolversi della situazione da parte dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile, in stretta collaborazione con l’Arpae.

Maltempo in Toscana

In Toscana sono stati individuati diversi fiumi sotto osservazione a causa di un’allerta con codice arancione per rischio idrogeologico e rischio idraulico. Questo provvedimento interessa principalmente il reticolo minore nelle aree nord occidentali. In partiolare nei bacini del Bisenzio e dell’Ombrone Pistoiese, nonché la fascia costiera fino al sud della regione. La situazione è tale da richiedere particolare attenzione per l’intera giornata di domani, martedì 27 febbraio.

Per quanto riguarda il rischio idraulico del reticolo principale delle stesse aree, è stata emessa un’allerta con codice giallo. Ad eccezione dei bacini del Bisenzio e dell’Ombrone Pistoiese, dove il codice è arancione anche per questo tipo di rischio. Questo significa che è necessario prestare attenzione e adottare le misure necessarie per far fronte alla situazione in queste zone.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments