Maltempo ad oltranza e freddo, ecco il perché

Maltempo ad oltranza e freddo, ecco il perché
Spread the love

Un saluto a tutti, sono giorni ormai che stiamo vivendo maltempo a ripetizione soprattutto al Centro Sud.

Il Mediterraneo rimane comunque soggetto ad instabilità spesso auto rigenerante e vi spieghiamo il perché.

Cerchiamo di capire semplificando al massimo quello che sta accadendo.

L’Europa è caratterizzata in questo momento da due anticicloni ben distinti.

Uno ha carattere caldo, a sud-ovest della Spagna, uno a carattere freddo sul nord-est europeo.

Quello a carattere freddo che poi è l’estensione dell’anticiclone Russo siberiano che si è formato proprio nelle scorse settimane cerca di sprofondare verso l’Europa centrale muovendosi verso ovest.

Nel contempo l’anticiclone caldo tende a risalire e lo scontro di queste masse d’aria molto diverse genera spiccata instabilità sul Mediterraneo centrale.



Per questo motivo ci troviamo di fronte a maltempo che tende a rinvigorirsi giorno per giorno,caratterizzando così il tempo di questa ultima parte di novembre e probabilmente secondo i dati a noi in possesso, così sarà anche per buona parte di dicembre.

Detto questo, vediamo come potrebbe essere il tempo nel prossimo weekend.

Proprio nel corso del fine settimana dopo aver visto passare il Nuovo Ciclone sul Mediterraneo che sta portato forte maltempo al Sud Italia, un nuovo fronte perturbato si avvicinerà a partire dalle regioni occidentali.

Questa volta i presupposti per il ritorno del maltempo anche al nord si stanno concretizzando con il passare del tempo.

Nel corso della giornata di sabato assisteremo al transito di questa perturbazione con piogge diffuse, rovesci e nevicate che date le temperature piuttosto basse al Centro Nord, potranno cadere in Appenino fino a 1000m e su Alpi e Prealpi fino a quote collinari, anche sotto ai 600m. Domenica è previsto un parziale miglioramento ma con instabilità ancora presente soprattutto nella prima parte, poi a fine giornata probabilmente avremo a che fare con una nuova perturbazione che agirà domenica.

Attenzione a possibili sorprese a quote molto basse al nord Italia..

Ne parleremo…

Christian