LE VOCI DELLA NEVE

LE VOCI DELLA NEVE
METEOORSOBIANCO

Quando scrivo di neve, scrivo di me.

Ne sono sempre stata innamorata come si ama un familiare, un compagno un amico.

E di lei parlo dandole voce.

Silenziosa si aggira nel mondo per portare serenità e felicità.

In questi giorni che precedono le feste l’aria di neve parla a granvoce, le montagne intorno al Lago Maggiore stanno mettendo il cappello bianco.

La mia amata Macugnaga al LAgo delle Fate ha dato la prima coperta di neve della stagione.

La neve parla.

La voce della neve è decisa anche se delicata e bianca, candida e silenziosa.

La neve racconta tanto.

Di felicità , di sogni di magia.

Ricordo che da bambina prima del suo profumo, sentivo le sue parole.

Si, mi ispirava racconti di orme lasciate e di fiocchi caduti.

Nella sua voce sento spesso i ricordi del passato, appartenenti a momenti che sottolineano abbracci che poi ho perso nel tempo.

LA neve mi riporta sempre a quei momenti  immortalando fotografie sbiadite di attimi in cui la felicità era al culmine e il mio cuore pieno d’amore.

neve

La voce della Neve , la sento ancora.

Parlerà di nuovo e racconterà storie mai sentite oppure rileggerà racconti, e sfoglierà fotografie che sanno di abbracci lontani ma mai perduti.

Buongiorno dal freddo.

Barbara