Crea sito

LE SORTI PER GENNAIO, ITALIA SOTTO SCACCO DEL GELO?

Buona serata a tutti.

Ne abbiamo parlato molto e ora iniziamo a sbilanciari un po’.

Pur rischiando lo sappiamo ma d’altronde ne vale la pena provare a vedere quello che accadrà nei prossimi giorni.

Abbiamo appena avuto uno stratwarming di tipo major nel periodo più propizio della stagione invernale.

Ricordiamo che gli eventi maggiori nella Storia della meteo italiana, si sono avuti dopo un surriscaldamento anomalo della stratosfera proprio in questo periodo.

Intanto sull’Italia settentrionale si continuerà ad avere un patter prettamente artico, questo a causa di due fattori principali.

Un’alta pressione Groenlandese che da tempo non si vedeva, e una Russo Siberiana dall’altro lato.

Un vortice polare molto disturbato quindi, che permette ondulazioni fredde fino alle basse latitudini che vanno a lambire Europa e Italia settentrionale.

Poi l’atlantico, che con questa configurazione trova porta chiusa alle alte latitudini e quindi è obbligato a piegare verso l’Europa centro meridionale e l’Italia.

Questi fattori determineranno i prossimi 10 giorni, dove da questa situazione non se ne uscirà tanto facilmente.

Nuovo MALTEMPO quindi pioggia e neve A quote basse talvolta in pianura al nord.

Torniamo però a parlare dello stratwarming e i suoi effetti. 

Uno stratwarming simile può generare 2 situazioni.

La prima é la bilobazione del vortice polare con conseguente split dello stesso.

La seconda è un desplacement (uno schiacciamento in posizione anomala) che permetterà comunque al freddo di arrivare anche alle nostre latitudini.

Ad  oggi la possibilità di un bilobazione dopo dopo il 10 del mese appare davvero possibile.

Questa separazione in due lobi sembra terminerà in una ricongiunzione in un unico lobo in posizione europea fin verso il mediterraneo.

Questa configurazione sembra ormai abbastanza plausibile, e gli effetti potrebbero esser davvero gelidi per le nostre latitudini.

Non solo l’Italia del nord quindi potrebbe essere interessata dal gelo nel mese in corso ma anche al centro ed al sud con fenomeni invernali davvero intensi per tutto il mese in corso.

I modelli iniziano ad inquadrare infatti l’arrivo di fredde correnti continentali che sarebbero in grado di portare la, neve anche al centro sud fino a quote bassissime.

Difficile oggi dire dove nevicherà ma la tendenza del mese in corso potrebbe essere davvero nevosa ed esplosiva.

Ricordiamo che non solo abbiamo un’anticiclone  Russo Siberiano da record, ma quest’anno anche l’anomalia Groenlandese potrebbe giocare a nostro favore.

Prepararsi quindi a vivere un mese ricco di colpi di scena anche perché a breve tante aree europee potrebbero vedere grandi nevicate in arrivo.

Il freddo arriverà e questa volta ruggira’  su tutta Italia.

Ricordiamo che queste sono tendenze per le previsioni occorre arrivare a ridosso dell’evento per stabilire la corretta collocazione delle precipitazioni e delle temperature.

Un saluto a tutti e buon sabato.

Christian