Crea sito

LE MEZZE STAGIONI :IL RITORNO

LE MEZZE STAGIONI :IL RITORNO

Cè sempre polemica, se piove troppo vogliamo la primavera, se fa ancora freddo basta vogliamo 40 gradi, se nevica ma quando è che arriva l’estate?

E niente, la gente purtroppo non si rende conto che le stagioni hanno un loro percorso e pare che qualcosa stia tornando alla normalità.

Ma facciamo chiarezza.

Come si comportano le stagioni?

L’Estate

I giorni si accorciano ma il caldo è più intenso, la siccità si fa sentire prepotente alternata, a volte da intensi temporali, serate calde e giornate davvero roventi, il tripudio della natura al suo massimo splendore, la frutta e i fiori trovano i colori del caldo.

L’Autunno

le giornate si fanno più fresche, cè la nebbia (un tempo più presente) gli alberi si spogliano, il terreno si prepara al letargo.

Giornate alternate da sole e foschie, a volte piove intensamente. Una stagione che in se racchiude un po’ di Primavera e un inizio d’Inverno

L’Inverno

tripudio del freddo, ma le giornate iniziano ad allungarsi, nevica intensamente sulle montagne in alta quota, ma quando siamo fortunati la neve scende anche al piano regalando paesaggi bellissimi. Il freddo è la caratteristica più accentuata.

 

La PRIMAVERA

la natura si risveglia dopo il letargo dell’Inverno, si schiudono i fiori, la mattina può esserci un po’ di rugiada e ancora qualche residuo di nebbia. L’aria si riscalda, e si alternano le piogge alle giornate tiepide e soleggiate. Le foglie ritornano a ricoprire gli alberi. Un po’ di Autunno dentro ad una stagione di risveglio.

Ecco, ognuna di loro ha il suo compito: le due di mezzo Primavera e Autunno hanno il compito più importante.

Ripristinare la rigidità delle due imperative IL GENERALE INVERNO E LA REGINA DEL CALDO.

Perciò, se Aprile e Maggio fa un po’ di pioggia come sta accadendo ora al Nord, direi che le mezze stagioni sono tornate a svolgere il loro compito.

L’Acqua ricordiamolo per chi non ha ancora compreso è vitale, per la natura ma soprattutto per l’uomo.

Tra poco sarà estate e fare scorta ora di acqua è fondamentale per far fronte alla possibile siccità a cui andremo incontro.

Il Lago Maggiore dove vivo, non vedeva precipitazioni significative da più di due mesi, il livello del lago era sceso in modo pesante e in 24 ore si è ripristinato; questo fa bene alla fauna e alla flora, vivo circondata dal verde se non avessimo acqua saremmo davvero nei guai.

In questi giorni il cielo è rimasto coperto e le temperature sono state gradevoli, l’anno scorso le giornate erano bellissime e calde ed eravamo chiusi in casa, quindi forse non è nemmeno così male essere liberi con qualche goccia di pioggia.

La Primavera è una stagione di mezzo, un transito che porta fuori dall’Inverno e fa entrare nell’Estate è sta facendo il suo dovere.

Chi vuole i 40 gradi deve aspettare l’Estate oppure traferirsi nel deserto, che di sicuro ( ma non ne sarei cosi certa) accontenterà ogni amante del caldo.

Che poi ne riparliamo più avanti quando farà davvero, davvero caldo.

 

 

 

Lascia un commento