LE DOMENICHE DI NOVEMBRE

LE DOMENICHE DI NOVEMBRE
METEOORSOBIANCO

Le domeniche sanno di caffè appena fatto.

Guardo fuori verso il lago e la nebbia avvolge la montagna a metà  ne vedo solo  la cima e l’aria fuori è tiepida.

Non è il Novembre freddo che ricordo da bambina, con la nebbia fitta e il freddo umido.

Ma posso accontentarmi.

Il tempo è cambiato tanto e in fretta negli ultimi anni o forse me ne rendo conto perchè sono io più grande, da bambini il tempo non ha tempo le ore passano i mesi anche ma non ci pensi.

Oggi invece guardo indietro sempre con un morso di malinconia, perchè almeno so di poter guardare qualcosa mentre davanti solo incertezze.

Ma stavamo parlando delle domeniche di Novembre.

Il caffè che aleggia nell’aria e le foglie stanche a terra l’autunno nel suo pieno massimo splendore.

Casrtagne e funghi hanno fatto la loro parte e i camini nelle case scoppiettano a pieno ritmo.

Sta arrivando natale, ecco cosa mi rimanda Novembre. Atmosfere di festa e luci, l’idea della neve che cadrà meravigliosa e i regali sotto l’albero.

perchè Novembre è attesa.

 

Infatti mentre a Dicembre già assaporo un po’ la malinconia della fine , il mese che lo precede invece mi fa assaggiare ricordi bellissimi e aromi e profumi e immagini che portero’ sempre con me.

Le caldarroste della nonna Michelina, la signora che abitava sotto di me che le faceva come da tradizione nella pentola bucata, io che  con la mia amica Martina  restavamo sedute davanti alla stufa per guardarle arrostire.

La torta di mele che faceva mio papà soffice e profumata di arancio e cannella a voltr anche di vaniglia, ecco perchè in casa da me in questo periodo si  sentono questi profumi.

Novembre e le sue cose nascoste, nell’incavo di un albero dove lo scoiattolo(che per la verità non l’ho mai visto) creava la sua casa, con i rami di pino e i profumi di resina con le giornate uggiose che poi si aprivano ma dovevi chiudere i cappotti, e poi con le cuffie colorate e le sciarpe lunghe.

Con il vento che soffia improvviso e guanti di lana sempre in tasca.

Novembre mese di transito, finisce l’Autunno e accompagna l’inverno.

Novembre il mese di Charles Dikens di Louis May Alcoot e di Stephanie Mayer, rispettivamente

CAnto di Natale, Piccole Donne e  Sole di Mezzanotte, le mie letture e molto di più.

Novembre è anche panchine vuote e storie mai scritte, è pioggia silenziosa e fine ma anche giornate di sole fredde e corte.

Benvenuto Novembre.