LA STAGIONE CALDA IN ARRIVO:PUNTUALE COME LE BOLLETTE

LA STAGIONE CALDA IN ARRIVO:PUNTUALE COME LE BOLLETTE
CONDIVIDI

Quando guardo fuiri e vedo il cielo plumbeo mi sento rinascere.

La prospettiva o la promessa di un temporale, di una pioggia improvvisa o anche solo di una nuvolosità persistente mi rende piena di energia, felice e motivata.

Ma poi il sogno svanisce, aprendo gli occhi e guardando bene le nuvole sono di passaggio, l’aria è già impostata sui 20 gradi, e l’estate la si trova ovunque: nelle pubblicità, nei gelati che riprendono vita, nelle giornate più lunghe.

PUNTUALE COME LE BOLLETTE

L’inverno latita, tarda, si fa vedere a piccole dosi.

L’estate appare puntuale e regolare come le bollette.

E cosi anche quest’anno non ci si risparmia nulla.

Peccato avrei assaporato volentieri un estate alaskiana, dove anche se l’aria è tipepida le nuvole non mancano e le piogge si alternano al sole che resta comunque in minoranza.

che estate c’è in alaska?

La temperatura in Alaska può arrivare a -25 gradi in inverno nelle zone più interne. Nelle città costiere le temperature sono invece più sopportabili e si aggirano intorno allo 0, anche se il tasso di umidità è molto alto.

Quando si parla di clima in Alaska si pensa subito a neve e freddo intenso, tuttavia non è sempre così. Per esempio qui c’è una forte differenza di temperature tra estate e inverno.

Nella stagione estiva siamo intorno ai 12°C e in alcune zone dell’Alaska si arriva anche a 22°C, in agosto. Capirati bene che con temperature così non avrai alcun problema a fare gite ed escursioni!

Ovviamente anche se nei mesi estivi le condizioni climatiche sono più favorevoli porta sempre con te un cellulare carico, un piccolo kit di sopravvivenza e fai solo i percorsi segnalati dai ranger.

https://statiuniti.evolutiontravel.it/infovacanze/temperatura-alaska/

 

Insomma non abituero’ mai all’arrivo del caldo, saro’ sempre alla ricerca di alternative e in attesa del ritorno delle mie stagioni preferite.

Che poi risolverei tutto trasferendomi andando a vivere dove c’è un eterno autunno e dove l’inverno è davvero rigido e nevoso.

Purtroppo non è cosi semplice.

Ma insomma l’arte della sopravvivenza è innata e istintiva nell’uomo, fin dalla preistoria percio’ posso aspettare.

Nel frattempo viaggio con la mia mente attraverso luoghi freddi e piovosi, dove la neve scende di continuo e il Sole si nasconde dietro le nuvole.

Intanto..buongiorno dal freddo.

Lascia un commento