LA PANDEMIA HA RISVEGLIATO LA NATURA

LA PANDEMIA HA RISVEGLIATO LA NATURA
Spread the love

Sarà un caso o una coincidenza ma la pandemia ha ridato vita alla natura.

Io non credo al caso ne alle coincidenze e ritengo quindi che fosse ora che il mondo riprendesse una parte di natura che è venuta mancare.

Purtroppo si sa la scienza senza coscienza è destinata all’estinzione.

E quello che si stava facendo in questi ultimi anni (molti anni) era proprio questo.

La pandemia escludendo il virus, ha senza dubbio fermato dei processi e ne ha riavviati altri.

Mi riferisco al fatto che grazie al blocco e all’impossibilità di spostarsi molti animali

che non si vedevano in giro da tanto tempo sono tornati a popolare monti e boschi della nostra Italia.

Purtroppo e mi riferisco al Lupo non è stato ben accolto il suo ritorno in quanto come detto

in altri articoli per sopravvivere caccia nelle fattorie e molti agricoltori si sono visti razziare il bestiame.

Invece il Lupo come l’Orso hanno sempre diviso e condiviso con l’uomo lo stesso territorio.

Peccato veder queste campagne contro quando invece credo si potrebbe trovare solo un compromesso.

In ogni caso un fermo che sta in qualche modo rimescolando le carte.

Il tempo, qualitativamente parlando riprende le redini di ciò che è sempre stato abituato a fare.

La Provincia di Sondrio Belluno e Verbano Cusio Ossola

si sono movimentate insieme per salvaguardare il ritorno di uno dei predatori per eccellenza.

Qui ci sono state le maggiori concentrazioni e sono tutti concordi nel voler preservare invece che combattere.

Pienamente d’accordo.

Il mondo ha sempre avuto i suoi aspetti più selvaggi e la natura .

Il mondo animale ne è da sempre la portavoce.

Il fatto che per molto tempo non si sia più sentito parlare di Orsi e Lupi non lo trovo un fatto positivo, anzi.

Proviamo a pensare invece se a un tratto fosse l’uomo a sparire o estinguersi? Che sensazione vi da?

Bè non è impossibile.

Fino a quando useremo la scienza senza la coscienza tutti siamo utili ma non indispensabili e questi due anni di pandemia lo hanno dimostrato ampiamente.

Questo è il mio personale pensiero pensando a questi due anni dove davvero tutto è stato stravolto e ogni certezza crollata.

L’unica cosa che mi ha riconnesso al mondo sono state le passeggiate nei boschi, le escursioni in montagna quando ho potuto farle.

Perché ricordiamoci  che siamo tutti collegati.

IL LUPO E IL SUO RITORNO

Leggete anche questo articolo con intervista.