sabato, Luglio 20, 2024
HomeClimaLa crescente preoccupazione per la qualità dell'aria a Mumbai

La crescente preoccupazione per la qualità dell’aria a Mumbai

Mumbai, la capitale dello stato del Maharashtra, è recentemente diventata oggetto di preoccupazione a causa della sua scarsa qualità dell’aria. Sorprendentemente, la città ha registrato un Indice di Qualità dell’Aria (AQI) peggiore rispetto alla capitale nazionale, Delhi. Il 23 ottobre, l’AQI di Mumbai era di 173, classificato come “non salutare”, con il principale inquinante identificato come PM2.5 da IQ Air.

La crescente inquinamento atmosferico ha spinto la Brihanmumbai Municipal Corporation (BMC) a intraprendere una serie di misure per affrontare la situazione. Queste misure includono l’installazione di un sistema di irrigazione nei cantieri entro 15 giorni e di macchine anti-smog entro 30 giorni. Tutti i cantieri devono avere recinzioni in lamiera di ferro alte 35 piedi. Non solo, devono anche installare dispositivi indipendenti per misurare la qualità dell’aria.

Domenica, la BMC ha introdotto macchine nebulizzatrici montate su veicoli, note come cannoni anti-smog, in otto diverse località per controllare la polvere. Questi cannoni sono stati utilizzati in luoghi chiave come Worli Sea Face, Haji Ali, Pedder Road, Girgaum Chowpatty, Nariman Point, Fashion Street, Badhwar Park e World Trade Center.

Con l’aggravarsi della qualità dell’aria a Mumbai, la BMC ha lanciato un avvertimento severo: interromperà qualsiasi costruzione, sia essa un cantiere privato o un progetto governativo, se non verranno adottate misure di controllo della polvere e dell’inquinamento. Attualmente, ci sono ben 6.000 cantieri in città, come citato dal commissario municipale Iqbal Singh Chahal.

Sotto esame anche le raffinerie di Mumbai

La preoccupazione non si limita solo ai cantieri. La Maharashtra Pollution Control Board e la BMC hanno annunciato che invieranno esperti per verificare il livello di inquinamento causato dalle raffinerie della città, dalla centrale elettrica Tata e dalla RCF plant. L’idea è quella di controllare questi siti con particolare attenzione.

La BMC ha anche osservato che la qualità dell’aria nella regione di Mumbai è peggiorata appena due settimane dopo la fine del monsone. Questo rapido deterioramento ha attirato l’attenzione sia del governo centrale che di quello dello stato del Maharashtra. “Il cambiamento climatico sta influenzando negativamente la qualità dell’aria dell’area metropolitana di Mumbai”, ha dichiarato la BMC in un comunicato.

La BMC ha anche esortato le agenzie governative che eseguono progetti metro, stradali e altri a recintare i loro cantieri e a fornire sistemi di irrigazione e cannoni anti-smog. Inoltre, i veicoli che trasportano detriti di costruzione devono essere adeguatamente coperti con teloni e non devono trasportare carichi superiori a quelli prescritti.

Infine, l’ufficio del commissario per i trasporti dovrebbe adottare misure severe contro i veicoli che hanno superato la loro durata di vita, che non hanno un certificato di “Pollution Under Control” o che sono sovraccaricati.

In conclusione, mentre Mumbai affronta una crescente crisi di inquinamento atmosferico, è rassicurante vedere che la BMC sta adottando misure proattive per affrontare la situazione. Tuttavia, sarà essenziale un impegno collettivo da parte di tutti i cittadini, insieme alle autorità, per garantire un futuro più pulito e sano per la città.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments