INCREDIBILE AGGIORNAMENTO DEI MODELLI, SPLIT DEL VP PER L’IMMACOLATA?

Buona serata a tutti.

Incredibileli aggiornamenti continuano a susseguirsi in questi giorni segno proprio che ormai l’inverno vuole finalmente dire la sua in sede mediterranea.

Mentre in questo momento l’aria artica arrivata ieri dilaga sull’Italia,

nevicate le abbiamo trovate già oggi tra Emilia alta Lombardia  a seguire interne Toscane.

Nevicate che sono arrivate fino a bassa quota.

Le Prossime ore promettono un ulteriore intensificazione dei fenomeni e questa volta l’obbiettivo sarà il centro italia dove Non escludiamo ulteriori colpi di scena.

Massima attenzione a questa notte e alla giornata di domani quando un minimo andrà colmandosi al largo del Lazio con possibile genesi perturbata sulle regioni centrali  con neve che cadrà anche a bassissima quota.

Non esclusi FIOCCHI COREOGRAFICI ANCHE SULLA CAPITALE NELLA GIORNATA  DI DOMANI.

LA GENESI FREDDA ARTICA CON I SUOI – 30°C IN QUOTA 500HPA porterà maltempo a seguire anche al sud Italia con nuove nevicate a bassa quota o comunque a quote collinari anche su Calabria e Basilicata.

Nel contempo l’alta pressione delle Azzorre che  risulta decentrata verso ovest in Atlantico continuerà a portare i suoi massimi sempre più a nord.

Questa ipotesi È vagliata NON solo dal  modello americano che risulta il più estremo a riguardo,

ma anche dal canadese e soprattutto dal modello europeo che stasera ci fanno sognare per il medio termine.

CARTE DA URLO PER LA PRIMA DECADE DEL MESE DI DICEMBRE ORMAI ALLE PORTE.

Alta pressione che si elevera’  fino alla Scandinavia , con possibilità di una SCAND + CHE SAREBBE EPICA PER IL PERIODO.

Di riflesso un vero e proprio split polare con una colata artico continentale che riuscirebbe a penetrare fin sul mediterraneo con effetti strabilianti.

Attenzione tra il 6/7/8  dicembre primo possibile vero episodio nevoso sul nord Italia e parte del centro a seguire, con la neve che viste le Temperature molto basse cadrebbe senza troppa difficoltà fino in pianura.

Modelli principali concordi giorno più giorno meno per una configurazione che potrebbe davvero dettare legge su un inizio inverno che spinge sull’acceleratore  quest’anno.

Segno che forse il nostro momento é arrivato.

Grandi carte , grandi segnali, grandi emozioni quindi a non finire per i prossimi giorni.

Per questo vi invitiamo a seguire tutti gli aggiornamenti.

Una buona serata fredda a tutti..

Christian