IMPULSO FREDDO PERTURBATO A METÀ SETTIMANA, TORNA PIOGGIA E NEVE

Buona domenica a tutti.

Mentre ci apprestiamo a vivere qualche giorno in regime anticiclonico con temperature in aumento (nessun africano decantato), dal grande nord un forte peggioramento guadagna terreno.

Il peggioramento andrà via via concretizzandosi a latitudini più basse a partire da metà settimana, il tutto alimentato da aria fredda di origine scandinava.

A partire da mercoledì i primi segnali con aumento della copertura nuvolosa sul nord ovest italiano e alto tirreno con prime deboli piogge tra Piemonte settentrionale Liguria e Lombardia.

Nella giornata di giovedì la saccatura raggiungerà la Francia, richiamando aria mite e più umida dai quadranti meridionali al Nord e sull’alto Tirreno.

Questo sarà favorevole a piogge di forte intensità tra la Liguria di levante e Lombardia, precipitazioni a tratti abbondanti a ridosso di Alpi e Prealpi e i primi disturbi anche sul versante tirrenico specialmente tra Toscana e Lazio.

Il tutto sarà alimentato da aria molto fredda che andrà a riportare le temperature nettamente sotto la media.

Ci aspettiamo quindi il ritorno della neve sulle Alpi da ovest verso est, con accumuli anche di 20 30cm sopra i 1600 1700m.

Verso il weekend il fronte freddo scivolerebbe rapidamente sul bordo orientale italiano per poi scivolare sui Balcani.

Qua ci aspettiamo piogge sparse carattere di rovescio o temporale.

Nella prima fase il sud Italia sarà escluso dalle precipitazioni, che però si concretizzeranno verso il fine settimana.

Questo potrebbe essere l’inizio di una fase maggiormente perturbata sull’Italia con le perturbazioni atlantiche che potrebbero trovare meno resistenza, e incidere maggiormente sia in Europa che parzialmente in Italia.

Seguite gli aggiornamenti perché ci sarà molto di cui parlare.

Una buona giornata a tutti.

Christian