IMPULSO ARTICO, NEVE FINO A BASSA QUOTA POI READING BOMBA NEVE AL NORD

IMPULSO ARTICO, NEVE FINO A BASSA QUOTA POI READING BOMBA NEVE AL NORD
Spread the love

Buona serata a tutti.

Ancora grandi aggiornamenti quelli che i modelli propongono.

Mentre un nuovo impulso artico si sta addossando in queste ore sulle Alpi, ci sarà un peggioramento del tempo in nottata sulle Alpi specie di confine.

Neve quindi che torna copiosa sulle Alpi dove sui versanti esteri cadrà copiosa fino a fondo valle.

Peggioramento nella giornata di domani anche al nord est ed Emilia mentre non si escludono in serata deboli precipitazioni anche sulla Lombardia con quota neve in calo a 400 500m.

Peggioramento che interesserà anche il versante adriatico entro domenica e parte del basso tirreno con forti temporali su Campania Calabria.

Peggiora la sera su basso adriatico.

Nella giornata di domenica temporanea risalita dei fenomeni potrebbe interessare anche l’Emilia  qui con La neve che potrebbe cadere fino a quote quasi pianeggianti 200 300m.

Sul nord Italia però il tempo sarà già via via tendente al sereno quindi anche in Emilia e Toscana interna si avrà un miglioramento con il passare delle ore.

Peggioramento forte su Marche Abruzzo Molise alta Puglia con neve dai 600 800 m.

Inizio settimana maltempo che continua sulle regioni centro meridionali.

Freddo sul nord Italia con estese gelate.

MASSIMA ATTENZIONE A MARTEDÌ.

Colpo di scena del modello europeo

Iniziano a coprirsi i cieli del nord ovest, infatti sembra  confermata l’ingresso di una perturbazione atlantica proprio per l’8 dicembre a partire dal Nordovest,

responsabile di un peggioramento con piogge in Liguria, tanta neve sulle Alpi.

ATTENZIONE ARRIVA LA NEVE IN PIANURA SU PIEMONTE LOMBARDIA OCCIDENTALE E A BASSISSIMA QUOTA SU QUELLA ORIENTALE E VENETO OCCIDENTALE questo per via del solido cuscino instaurato nei bassi strati merito delle recenti irruzioni artiche.

Piogge dovrebbero interessare le regioni tirreniche fino al Lazio e  Sardegna. Quota neve sull’Appennino settentrionale intorno ai 1400m per richiamo di venti di libeccio che faranno quindi rialzare le temperature.

Bellissimi gli accumuli proposti dal modello europeo che prevedono nevicate su tutto il Piemonte con accumuli dai 10 ai 20 cm in pianura superiori a quote già dai 400 metri.

A seguire nessuna scaldata anzi forse nuove precipitazioni e clima freddo.

Giornate dal sapore invernale ci aspettano… Seguiteci mi raccomando…

Un saluto a tutti e buona serata.

Christian