Crea sito

IL RISVEGLIO DELLA NATURA RISPETTO ALLA PANDEMIA

IL RISVEGLIO DELLA NATURA RISPETTO ALLA PANDEMIA

Bisogna ammettere che seppur è stato un anno , e sta ancora continunando, difficile e severo la Natura ne esce vittoriosa.

LA pandemia che ci ha travolti lo scorco Febbraio 2020 chiudendoci in casa , distanziandoci, mettendoci una mascherina , ordinandoci di restare nelle nostre case ha fatto si che il mondo degli animali, vegetali della flora e della fauna si riprendesse lo spazio che l’uomo gli ha per cosi dire rubato.

Ne abbiamo le prove in quanto la qualità dell’aria di molte città inquinate abbia tirato “un respiro” per restare in tema.

Meno macchine, meno inquinamento.

Lavorare da casa ha sicuramente ridotto ogni emissione di gas nell’aria.

Il verde, le piante i boschi e persino la meteorologia che fino allo scorso anno ci regalava inverni scarsi di neve e brevi di durata si sono impegnati insieme per ridare vigore alle montagne, appennini colline e tutto cio’ che di verde abbiamo per risplendere.

Le nevicate al nord hanno dato vita a spettacoli di precipitazionio che non si vedevano dal 1985( a parte qualche sporadica nevicata tosta) ma per far capire che insomma l’inverno dove doveva farlo lo ha fatto.

Anche gli animali hanno  avuto la loro rivalsa: lupi ,orsi , marmotte, cervi, ogni tipo di abitante dei boschi e delle montagne si è fatto ritrovare.

Io personalmente girovagando nei boschi nelle poche occasioni di libera uscita ho rivisto cinghiali che da tempo non si vedevano dalle mie parti, almeno non cosi numerosi.

RIFLESSIONI

Be’ non possiamo non fermarci un attimo a riflettere.

certo non vorremmo vivere ancora molto questa situazione dove possiamo solo uscire per zone, dobbiamo indossare mascherine, e si deve rientrare nelle case entro le 22.

Ma prestare attenzione a cio’ che la natura ci sta dicendo direi che è nostro dovere.

L’uomo convive con la natura e per un certo periodo insieme hanno percorso anche dei passi importanti verso l’evoluzione: poi ci siamo fermati.

Abbiamo iniziato invece ad aproffittare di quello che ci veniva offerto, offerto capite? non comprato o sudato con il duro lavoro.

La Terra ci è stata offerta, compresa di ogni cosa che possa servire al nostro sostentamento e benessere.

per molto tempo  si è ritirata, la natura, nascosta secondo me anche mortificata dall’arroganza dell’uomo che quando pensa a se stesso non vede nulla, se non il suo riflesso.

E questa pandemia, che ripeto non è certo la soluzione, ma deve farci riflettere.

Infatti all’uomo è stata messa la mascherina, all’uomo è stato detto stai a casa, all’uomo è stato proibito uscire.

Non alla Natura che si è ripresa cio’ che è suo.

Riflettiamo su questo, non siamo niente se non parte di un mondo che ci ha accolti a braccia a perte e noi siamo stati solo capaci di tradirlo.

 

 

 

 

Lascia un commento