IL PROFUMO DEL NATALE PASSATO

METEOORSOBIANCO

Scrivo un po’ sulla scia dei libri  di Natale che sto rileggendo per la milionesima volta e una in più.

Tra Piccole Donne e Canto di Natale ogni anno mi immergo in atmosfere che non ritrovo quasi più, se non a casa mia.

Nel libro di Luis MAy Alcoot, l’atmosfera di semplicità che avvolge le sorelle March mi ha sempre affascinato: una casa che seppur definita “mediocre” per gli standard di un tempo, non macava mai un camino acceso, decorazioni, la neve fuori a far da cornice e i regali fatti con il cuore.

Il Natale di un tempo come piace a me, circondata da chi ami, nel calore della tua casa, e fuori la neve .

Forse quest’anno lo riassaporiamo con il freddo e le nevicate.

Anzi, le mie fonti dicono che sarà un bianco Natale.

MA come erano i Natali di un tempo?

IL PROFUMO DEL NATALE PASSATO

Dickens userebbe un fantasma, e ci farebbe volare indietro nel tempo a rivedere come ci si preparava alle feste.

Io ricordo la preparazione dell’albero a Dicembre mai prima, le tradizioni(che poi io ho rivisitato nel tempo)  a casa mia si rispettavano.

E poi il presepe, era davvero importante che ci fosse, perchè alla mezzanotte di Natale si andava tutti a messa a vedere l’accensione del Presepe per la nscita del bambin Gesu’.

Poi c’erano il panettone e il Vin Brulè, e i regali si aprivano la mattina di Natale.

Ricordo molto bene il freddo.

Uscire alla sera tardi era un rischio, con le strade gelate e brillanti di ghiaccio, le mani e il naso ricordo si arrossavano subito ma l’aria Natalizia la sentivo lo stesso.

Il profumo del Natale passato ha anche immagini di tavole apparechiate a festa, candele e tanti manicaretti.

Io ho portato avanti gran parte di queste tradizioni, ho solo modificato che non vado più a messa e che l’albero lo faccio a Novembre.

Ne ho create di mie nuove, ma sempre impostate sulla condivisione e sulla tradizione della festa che vuole che in questi giorni si abbandoni ogni cosa per dare spazio ai legami veri.

leggo sempre le mie favole preferite, guardo i film di Natale, preparo il thè al sapore di arance e cannella e aspetto la neve, sempre.

e voi seguite le tradizioni?

Barbara