Il modello europeo veste di bianco il nord Italia

Il modello europeo veste di bianco il nord Italia
Spread the love

Un saluto a tutti e ben ritrovati.

Ancora conferme dal modello europeo che proprio per il ponte dell’immacolata ormai imminente prevede una acuta fase di maltempo.

Una depressione artica si scontrera’  con una più mite atlantica sulla Spagna e darà luogo ad una CICLOGENESI mediterranea da MANUALE.

Speciale Immacolata, configurazione da manuale

La configurazione prevede più impulsi perturbati approdare sul nostro Paese e si inizia proprio dal giorno 8.

IMMACOLATA

La prima perturbazione della serie è attesa dalla serata dell’8 dicembre a partire dal Nordovest e sarà foriera delle prime nevicate sulle Alpi occidentali e sulle vette dell’Appennino settentrionale.

 

Poi tenderà ad  intensificarsi nella giornata successiva.

Già sul finire della giornata le nevicate potrebbero farsi insistenti sulle Alpi Marittime, dove sulle vette potrebbero accumularsi i primi 10/15cm.

Attenzione al nord ovest tra la notte di giovedì su venerdì, e mattina di venerdì.

Le basse temperature presenti unite all’afflusso di aria artica in arrivo favoriranno nevicate fino a quote quasi di pianura se non di Pianura, sul Piemonte centro meridionale, intorno ai 300m sul resto del Piemonte e Lombardia occidentale e settentrionale.

Possibili sorprese bianche di pochi cm su alcune città come Cuneo Torino Asti Alessandria, alto novarese biellese Verbano  e Varesotto.

In giornata poi dovrebbe migliorare il tempo ad ovest mentre al nord est si avrà un peggioramento più intenso con quota neve in netto rialzo per via dell’arrivo dello scirocco.

Pesante maltempo invece sui settori tirrenici centrali con forti piogge temporali nubifragi e venti tesi di scirocco.

Sciroccata che all’estremo sud farà schizzare le Temperature a 25 gradi in Sicilia.

A seguire grandi movimenti del modello europeo con gelo che dilagherebbe dapprima dal rodano e a successivamente dalla Bora con temperature in crollo ovunque.

Questo sarà seguito da nuovi affondi perturbati sa ovest, con neve per gran parte del nord. 

Epica l’evoluzione del modello europeo.

Ma questo lo vedremo strada facendo.

Christian

 

 

 

VENERD