ETNA SI VEGLIA

ETNA SI VEGLIA
METEOORSOBIANCO

il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto il passaggio di livello di allerta per scenari di rilevanza nazionale per il vulcano Etna da “verde” a “giallo” e l’attivazione della fase operativa di attenzione

 

MONITORATO COSTANTEMENTE

 

La Protezione Civile della Regione Siciliana, in relazione agli scenari di impatto locale, a partire dalla giornata del 24 agosto 2018, ha innalzato per i comuni dell’area sommitale la fase operativa locale da “base” ad “attenzione”, allertando le strutture territoriali di Protezione Civile al fine di adottare eventuali misure in risposta alle situazioni emergenziali locali.

Tre esplosioni a due-tre ore di distanza l’una dall’altra, e poi i funghi di fumo e cenere. L’Etna ha dato spettacolo, questa mattina, facendo sentire il proprio ruggito in diversi comuni della provincia di Catania, ma per i vulcanologi che seguono da sempre il vulcano gli eventi rientrano nella “normalità”. “È stato un evento modesto e del tutto normale per l’Etna

 

Fortunatamente avevo avuto l'idea di lasciare la mia macchina fotografica in videoregistrazione sul balcone della nostra cucina, mentre portavo mia figlia al Grest — ecco una delle belle esplosioni al "puttusiddu", la bocca orientale del Nuovo Cratere di Sud-Est dell'Etna, alle ore 08:36 locali del 5 settembre 2018.Nota aggiunta alle ore 16 del 5 settembre: Questa attività è assolutamente NORMALE per l'Etna, solo che la memoria è sempre più corta (chi si ricorda ancora del 2013?) …

Gepostet von Boris Behncke am Mittwoch, 5. September 2018