ELEVATO RISCHIO GRANDINE MARTEDÌ AL NORD ITALIA

La Settimana in partenza sarà probabilmente la più calda di questo giugno e, Questo probabilmente farà segnare anche qualche record.

Il promontorio di alta pressione di matrice africana porrà le sue radici proprio sull’Italia.

Il sud  sarà quello messo peggio, anche se per il resto d’Italia non sarà una passeggiata.

I primi giorni della settimana vedranno le temperature arrivare su valore roventi anche al centro nord, con picchi di 37 gradi anche in Valpadana.

Già da martedì però qua si avrà  un break temporalesco.

MARTEDÌ ARRIVANO VIOLENTI TEMPORALI. 

La giornata di martedì dovrebbe vedere un intenso passaggio temporalesco con fenomeni anche di forte intensità e associati a colpi di vento e grandine soprattutto su Alpi/Prealpi, pedemontane e alte pianure.

Il TUTTO È legato al fatto che l’aria fresca e instabile andrà a scontrarsi con aria davvero rovente creando forti contrasti termici.

QUESTO AVVERRÀ PER L’INTRUSIONE di correnti più umide e fresche in quota, derivanti da una vigorosa depressione sul regno Unito, che pilotera’ masse d’aria instabili verso le Alpi.

LE REGIONI MAGGIORMENTE COLPITE SARANNO INIZIALMENTE, IL MEDIO ALTO PIEMONTE, L’ALTA LOMBARDIA, IL TRIVENETO E IL TRENTINO.

Caldo in diminuzione quindi dapprima al nord, e successivamente in parte al centro con le massime che si porteranno intorno ai 32 33°C.

Discorso diverso al sud Italia.

Qua il clima sarà rovente e le temperature arriveranno a toccare, i 40°C.

Addirittura non si esclude du superarli in alcune aree interne di Sicilia Puglia e Sardegna.

Sarà una settimana davvero pesante al centro sud in primis, con la canicola che renderà soffocante tutta la settimana.

FINE SETTIMANA

LA TENDENZA NON È ROSEA, difatti se il nord ha avuto qualche giorno più fresco ( per modo di dire), già da giovedì una nuova espansione africana si riprenderà tutto lo stivale.

Ecco  che le temperature torneranno ai livelli massimi su tutta Italia.

Settimana da dimenticare e così anche luglio partirà con l’africano protagonista.

Christian