DIDATTICA METEO:BLIZZARD

DIDATTICA METEO:BLIZZARD
METEOORSOBIANCO

BLIZZARD DESCRIZIONE

in meteorologia, il prestito inglese blizzard è un vento polare che per estensione viene usato per riferirsi ad una tempesta di neve con raffiche di vento molto forti e conseguente bassa visibilità.

DOVE SI FORMANO

Forti tempeste di neve di questo genere sono relativamente frequenti in Russia, in modo particolare in Siberia, nel nord degli Stati Uniti d’America e più frequentemente in Canada.

Nell’Europa centrale e occidentale non sono presenti fenomeni di tale intensità, anche se un fenomeno simile può verificarsi nel Nord Europa, soprattutto nei Paesi scandinavi e nel Regno Unito,

dove però sono meno frequenti a causa dell’Oceano atlantico che influenza il clima dell’isola;

infatti, in Gran Bretagna i parametri che definiscono un blizzard sono più severi.

NEW YORK BLIZZARD

L’Ufficio meteorologico britannico considera blizzard un fenomeno con le seguenti caratteristiche:

  • nevicate moderate o forti;
  • velocità del vento minimo di 48 km/h;
  • visibilità inferiore ai 200 metri.

TORMENTA DI NEVE

Le nevicate più intense si verificano quando una massa d’aria fredda,

preesistente al suolo, si va successivamente a scontrare con una calda-umida, che scorre in quota sopra quella fredda (la quale fa da “cuscino”).

In Italia, le tormente di neve non sono comuni nelle zone di pianura, tranne che sul versante adriatico,

essendo quest’ultimo esposto ai gelidi venti dai Balcani per effetto stau.

Discorso diverso per le zone di montagna, dove si può essere colti di sorpresa da tormente di neve in qualsiasi momento.

Gli effetti sono spesso causa di forti disagi alla viabilità e ai trasporti in generale, con rischio di isolamento di alcuni centri abitati remoti, mancanza di energia elettrica e difficoltà negli approvvigionamenti

FONTE WIKIPEDIA