DIDATTICA METEO: SICCITA’

CONDIVIDI

COSA SI INTENDE

 

Il termine siccità (dal latino siccus, col significato di secco, arido) indica la prolungata mancanza d’acqua, in genere per insufficienti precipitazioni atmosferiche, intendendo anche l’aridità del terreno che ne consegue.

Dal punto di vista umano, la siccità non è semplicemente un fenomeno fisico, ma piuttosto un evento che segna la rottura dell’equilibrio tra la naturale disponibilità d’acqua e il consumo che ne fanno le attività umane e che può causare gravi danni sia all’ecosistema naturale sia alle attività agricole delle zone colpite.

QUANTO DURA

Un periodo di siccità può durare anche diversi anni, benché anche un breve ma intenso episodio possa essere altrettanto devastante[1]. In molte regioni del pianeta, la siccità è un evento periodico e, con adeguate strategie, parzialmente contrastabile.

L’intensità della siccità viene spesso rappresentata per mezzo di indici tra i quali è molto conosciuto l’indice di Palmer che però ormai è ampiamente superato. L’indice di siccità più comunemente usato attualmente si chiama SPI (Standardized Precipitation Index

CONSEGUENZE

I periodi di siccità possono condurre a rilevanti conseguenze ambientali, economiche e sociali:

Tali conseguenze ovviamente dipendono dalla vulnerabilità della zona colpita dalla siccità: laddove per esempio sia presente un’agricoltura di sussistenza, sarà più probabile assistere ad uno spostamento della popolazione a causa della mancanza di risorse alimentari; le conseguenze della siccità dipendono dunque fortemente dalle condizioni socio-politiche della regione in cui si manifesta.

FONTE WIKIPEDIA