Crea sito

DALLA NEVE ALLA PIOGGIA:IL CAOS E LA CONSAPEVOLEZZA

DALLA NEVE ALLA PIOGGIA:IL CAOS E LA CONSAPEVOLEZZA

Qualcuno si è già chiuso nel suo lungo letargo.

Ci aspettano mesi di guiornate soleggiate e calde, di zanzare al tramonto e afa di giorno.

Ma io non mi chiudo in letargo.

Aspetto temporali pioggia ed eventi estremi, sempre nel rispetto che non creino troppi danni a cose o persone si intende.

Fin dalla mia tenera età i temporali le giornate di “maltempo” come lo chiamano gli umani mi hanno sempre regalato gioia.

Il cielo carico di nuvole grigie il suono del vento che si alza improvviso e i lampi nascosti sopra le montagne mi hanno sempre dato una sensazione di benessere.

Scopriro’ crescendo che di tutti questi elementi, pioggia vento neve e tutto cio’ che non è sole cocente mi seguono dalla notte dei tempi.

Io ricerco molto nel passato cio’ che siamo oggi in quanto si puo’ vivere solo il presente, ma puoi guardare a cio’ che hai fatto per capire da dove vieni e chi sei.

Il futuro ancora non esiste e quindi non lo contemplo.

Ma veniamo a quello che mi aspetto nei prossimi mesi.

L’inverno che si è concluso ha dato ottimi risultati, siamo in emergenza sanitaria e quindi tutto chiuso, tutti a casa e la neve ha riempito le montagne, gli Appennini e persino il Sud ha goduto della DAma Bianca.

Ora aspetto i temporali e le piogge.

Sul Lago Maggiore dove vivo negli anni passati si contava più la pioggia che le giornate estive.

Pioveva molto spesso e per lunghi periodi tanto che a volte  il lago usciva e per giorni e giorni.

ma vorrei davvero vivere i temporali quelli che arrivano improvvisi e che in poco tempo ridisegnano i luoghi.

Vorrei sentire l’odore della pioggia sul prato e l’aria farsi gelida, vedere il cielo da nero illuminarsi per un lampo e ascoltare quando il tuono tocca terra capire quanto è lontano.

Intorno a me ho montagne e il Lago è a pochi passi e camminare lungo le sponde durante il temporale è davvero unico.

La pioggia poi ha un significato preciso.

Oltre ad essere fonte di vita per noi e la Natura arriva a purificare .

In questo momento molto particolare pulire tutto quello che non riusciamo a comprendere dalle chiusure ai decreti sarebbe già una bella cosa.

La natura riprenderà il suo posto bisogna saper aspettare.

Metto una citazione che secondo me fa al periodo che stiamo passando.

Il caos è la fase intermedia nel passaggio da un ordine all’altro:il sistema si disgrega per poi passare all’ordine superiore.Cosi funzionano i cicli di cambiamento nella naura e dentro di noi:il disordine precede un nuovo ordine,la confusione porta ad una nuova consapevolezza.Per ritrovare equilibrio ed evolvere bisogna attraversare il caos.Il Caos è potenziale di crescita e possibilità per creare il futuro che desideriamo.

Natale Petti dal libro “Equilibrio, consapevolezza, evoluzione”

Lascia un commento