COME SI FA AD AMARE IL CALDO?

COME SI FA AD AMARE IL CALDO?
Spread the love

Me lo chiedo ogni anno.

Da che sono al mondo ogni inizio stagione calda mi domando come sia possibile amare tre/quattro mesi (ora anche più lunghi) dove non c’è differenza alcuna tra il giorno e la notte.

Parlo di temperature ovviamente.

In estate durante le ora calde consigliano di non uscire, ma perdono di vista un particolare: si lavora, si cerca di vivere e quindi non è possibile starsene in casa.

Qualora comunque fosse possibile, la differenza di temperatura tra fuori e dentro è irrisoria.

I più forse avranno l’aria condizionata, che aborro in quanto forse più pericolosa del caldo stesso.

Di notte non si respira e se mettiamo in conto che al calar del sole, come nelle migliori storie horror arrivano le “vampiresche”zanzare succhia sangue abbiamo fatto Tombola.

Ogni anno mi chiedo come si possa amare una stagione che non ti permette di avere una vita sociale.

Vai al Bar o comunque in un locale e devi per forza consumare bevande fredde per cercare di dissetarti, non puoi stare seduto al sole perchè ti sciogleresti “letteralmente” nel giro di pochi minuti.

Credo che le docce che si fanno per cercare refrigerio siano pari al girone deglie Europei di calcio (tre /questtro partite al giorno).

COME DANTE ALL’INFERNO

Quando poi al telegiornale annunciano le ondate di caldo estremo sappiamo che per una settimana vivremo come Dante nel girone più caldo dell’inferno.

Notti insonni a rigirarsi nel letto.

Bottigle di acqua ghiacciata che dopo un secondo diventano più calde di uno stagno di rane.

Zampironi e repellenti perchè se non è il caldo a tenerci svegli, ci pensa il ronzio dell’insetto più fastidioso al mondo insieme alla sua cugina mosca.

per non parlare poi della macchina parcheggiata.

Non si ha l’ombra o il box portatile e nelle ore centrali il rischio di un coccole,

o comunque di scottarsi le mani toccando il volante è serio.

Quindi ripeto: come si fa ad amare una stagione cosi?

Me lo chiedero’ all’infinito.

E non si tratta di preferire l’Inverno, qualcuno potrà dire che anche il freddo ha i suoi lati negativi.

Sicuramente ma mentre dal freddo puoi difenderti coprendoti o cumunque ti permette di vivere all’aria aperta senza limiti.

Il caldo non conosce fasce orarie.

Ne sono sufficienti una doccia fredda o un bicchiere d’acqua a risolvere la situazione.

L’estate quando è rovente e senza precipitazioni puo’ davvero debilitarti.

 

 

 

 

L’estate èquella stagione che :al mattino ti svegli stanco per una notte insonne e sai ti aspetta una giornata di lavoro con un caldo soffocante e in nessun modo troverai ristoro.

 

 

L’Estate è quella stagione che ti regala l’illusione del relax, ma se non hai con te magnesio e potassio, Autan e un ventilatore portatile da borsetta le serate in spiaggia, o a passeggiare dopo il tramonto te le vedi solo in un sogno.

Sempre che riesci a dormire.

Barbara