CLIMA MEDITERRANEO: LO ABBIAMO ANCORA?

CLIMA MEDITERRANEO: LO ABBIAMO ANCORA?
Spread the love

QUALCHE ANNO FA SI PARLAVA SOLO IN QUESTI TERMINI.

ESTATI CALDE MA NON DA SOFFOCARE.

INVERNI MITI AL SUD , FREDDI E NEVOSI AL NORD.

Ora invece viviamo un estremo in tutto, che sia Nord o Sud passando per il Centro abbiamo estati infinite che si prolungano fino a Novembre e inverni brevissimi, che al Sud per esempio danno tutta la neve che avrebbero bisogno le nostri Alpi.

Che fine ha fatto il clima Mediterraneo?


Il clima mediterraneo, Cs secondo la classificazione climatica di Köppen (che lo chiamò clima etesio), è il meno esteso dei climi temperati. È caratterizzato da un lungo periodo di siccità estiva ed inverni piovosi con temperature miti.
L’associazione di estati secche con
inverni piovosi rappresenta un carattere caratteristico del clima mediterraneo: infatti nella quasi totalità dei climi (esclusi quelli marittimi dalla piovosità costante e quelli desertici in cui non piove quasi mai) la maggior parte delle precipitazioni cade nel semestre caldo. È da notare come la scarsità di precipitazioni nel semestre caldo sfavorisca l’agricoltura rispetto al clima sinico.
Il
mare contribuisce a determinare il clima, il quale è temperato caldo, con escursioni termiche giornaliere ed annue modeste (inferiori a 20 °C): infatti il mare trattiene il calore estivo e lo rilascia durante l’inverno.

Wikipedia

Ecco quindi il clima mediterraneo è tipicamente con estati calde e secche( e le stiamo avendo) e inverni miti ( e li abbiamo avuti).

Anzi per la verità abbiamo avuto inverni molto brevie a tratti freddissimi anche se per pochissimo, periodi di enorme siccità dove invece avrebbe dovuto piovere (sopra dice inverni piovosi) invece l’acqua è andata dove non serviva compresa la neve.

Io non sono esperta ma per ora quello che non è cambiato sono le estati calde e secche, del clima meditarraneo.

” Salvador Rivas Martínez definisce bioclima mediterraneo quello in cui ci sono almeno due mesi consecutivi di siccità estiva. “

In realtà dura di più, molto di più.

Dove è distribuito il clima Mediterraneo??


In Europa, è tipico delle regioni che si affacciano sul mar Mediterraneo: l’Italia, il sud e l’est della Spagna, la costa mediterranea della Francia e della penisola balcanica. In Italia lo si ritrova soprattutto sulle coste liguri, tirreniche e ioniche. Sulle coste adriatiche della costa occidentale non risale più a nord di Ravenna, a causa della vicinanza della pianura padana, a clima subcontinentale. Sulla costa orientale dell’Adriatico risale invece molto più a nord, comprendendo la Dalmazia, la fascia costiera dell’Istria e della provincia di Trieste, dove il clima è mediterraneo per le temperature, ma potrebbe essere considerato di transizione in riferimento alla piovosità (alla stazione Osmer di Trieste la media degli ultimi 25 anni è di 877 mm. annui, con il mese più secco, luglio, che ha raggiunto in media i 54 mm. di pioggia, quantità pari alla metà, e non un terzo, del mese più piovoso, novembre, con 109 mm.). Zone tipicamente mediterranee con spunti subtropicali sono l’Italia meridionale, la Sicilia e la Sardegna.
Anche climi paragonabili in zone situate in altri continenti vengono considerati come esempi di clima mediterraneo: per esempio, nel bacino del Mediterraneo lo si ritrova anche nelle coste turche e del Vicino Oriente. In Africa si trova un clima mediterraneo sulle coste del Maghreb e nella regione del Capo; nelle Americhe hanno un clima paragonabile la California costiera e il Cile centrale e in Australia la costa sudoccidentale. In sintesi, si tratta di zone climatiche situate poco più a nord o poco più a sud dei Tropici, che rendono il clima piuttosto mite. È questa la ragione per cui il clima mediterraneo viene talvolta considerato subtropicale, come per esempio da Troll e Paffen.

Wikipedia

Ma sempre per come ne capisco io, allora abbiamo una serie di climi diversi, non siamo tutto mediterraneo.

Forse già qui possiamo comprendere i cambiamenti repentini che subiamo, in ogni caso il tempo evolve, e magari poi si riassesta.

L’inverno lo abbiamo avuto quando doveva esserci la Primavera, ed ora dopo un Aprile interessante dal punto di vista delle precipitazioni nevose, abbiamo lasciato un Maggio che in coda ha dato spazio alla tanto temuta estate.

In questi giorni l’ estate si sta facendo sentire, e trovo giusto che lo faccia, un equilibrio e una logica si deve pur ristabilire.

Certo passiamo dal piumino all’infradito in un battito di ciglia ma, questo è.

Ma secondo voi lo abbiamo ancora il clima mediterraneo? O siamo passati a un clima che guarda fuori e decide cosa fare??

BA