ciclone in azione con nubifragi e bufere di neve, tendenza

ciclone in azione con nubifragi e bufere di neve, tendenza
Spread the love

Un Saluto a tutti.

Un profondo ciclone si è approfondito sul Mediterraneo acquisendo tutti connotati di un vero medicane.

L’afflusso di aria artica che si è gettato sul  Mediterraneo ,ha prodotto questa profonda depressione, che sta portando nubifragi, venti violentissimi oltre 100 km/h vere e proprie bufere di neve .

Le regioni maggiormente colpite in queste ore e dalla notte scorsa sono state il Lazio e la Campania ,dove si registrano picchi pluviometrici o altri 100 mm.

La neve qua è caduta già intorno ai 300 400m con accumuli minimi ma comunque di Grande effetto.

Il Profondo minimo di bassa pressione si è poi spostato come ben visibile da satellite sul Medio Adriatico ,

portando nubifragi  soprattutto sulle Marche Abruzzo e Molise, con nevicate copiosissime nelle aree interne dove già dai 200 metri di quota si contano 30-40 cm di neve dai 400m accompagnati da da vere e proprie bufere.

Ecco Guardiagrele ad esempio video di Giuss.

Nella notte abbiamo avuto anche episodi di neve fin sulla costa come ad esempio a Vasto durante le precipitazioni più intense.

Nelle Prossime ore, ma soprattutto nella giornata di domani ,si vedrà ancora in azione questo ciclone ma il minimo di bassa pressione tenderà a risalire verso nord ovest occupando l’alto Adriatico.

Ci aspettiamo ancora fortissime precipitazioni tra Marche e Abruzzo, e nevicate anche copiose che potrebbero spingersi fino in pianura sulle Marche.

La risalita del centro di bassa pressione favorirà anche il ritorno nella giornata di lunedì di qualche precipitazione anche sul nord Italia Chi viste le temperature basse preesistenti, potrebbero assumere caratteristiche nevose fino a quote basse.

Il modello europeo vede addirittura, possibile debole nevicate anche tra Piemonte e Lombardia ed Emilia seppur ad oggi l’ipotesi più plausibile E quelle che in pianura sia solo pioggia e di debole entità.

Interessante anche l’emissione dei giorni a seguire dove lo slittamento verso ovest della circolazione depressionaria, potrà richiamare già da metà settimana Verso il prossimo weekend, aria molto fredda questa volta di origine Artico continentale che potrebbe riportare neve fino in pianura soprattutto sulle regioni adriatiche.

Una fase invernale quindi degna di nota e soprattutto piuttosto lunga quella che ci sta interessando, è ancora una volta probabilmente penalizzerà il nord Italia.

Invitiamo a seguire tutti gli aggiornamenti perché le novità sono dietro l’angolo.

Christian

 

Lascia un commento