Crea sito

CHI AMA IL FREDDO VIVE PIU’ A LUNGO

CHI AMA IL FREDDO VIVE PIU’ A LUNGO

E’ RISAPUTO CHE IL FREDDO CONSERVA.

Se vuoi mantenere qualcosa la metti al freddo.

Se vuoi che sia fresca la metti al freddo.

Nel ghiaccio hanno ritrovato corpi intatti provenienti da millenni di vita passata.

L’anima si manifesta con il freddo.

Sei ancora convinto di voler vivere a 35 gradi?

 

 

Lo dico sempre il freddo conserva, e migliora le capacità di ragionare.

Il caldo spesso spinge alla svogliatezza , a restare fermi, perchè muoversi con il caldo comporta più fatica e richiede sforzi notevoli.

Il freddo invece, basta una maglia in più e il gioco è fatto.

Ma per chi ama l’inverno il freddo non è un ostacolo ma una vera e prorpia energia che ti da la voglia di fare.

ecco i motivi per cui il freddo allunga la vita.

  • Stimola la concentrazione.
  • Fa bene all’umore: passeggiare al freddo stimola la produzione di endorfine.
  • Ci fa dimagrire: al freddo perdiamo peso.
  • Trasforma il grasso bianco in grasso bruno.
  • Riduce il dolore dovuto ai traumi (per questo mettiamo il ghiaccio quando ci facciamo male).
  • Favorisce il recupero muscolare dopo una grande fatica.
  • Ci fa dormire meglio.
  • Migliora la pelle risvegliando il microcircolo.
  • Alza la pressione se soffriamo di pressione bassa.
  • Purifica l’aria da germi e batteri

Il freddo fortifica il sistema immunitario

Recenti studi, da me presidiati hanno dato certezze reali e comprovabili che chi ama il freddo è in grado di affrontare qualunque cosa.

Non scherzo.

il freddo tempra animo e corpo, e solo chi lo ama dal profondo sa cosa significa.

Detto questo, ho intervistato un campione di 5 persone dai 20 ai 70 anni, amanti del caldo. Ne emerge che:

Il caldo rallenta e abbraccia l’ozio, meglio ancora se su una spiaggia nelle ore del crepuscolo con in mano un aperitivo fresco.

Chi ama il caldo tende a non avere voglia di andare al lavoro, ma qualora ne fosse costretto sa che li vi troverà refrigerio in quanto aria condizionata e pause al bar, ripetute e continue spezzeranno la calura tanto desiderata

Chi ama il caldo programma la vacanza nel mese piu’ “Hot” perchè stare in città in quel mese, dove le precipitazioni sono ridotte allo zero storico equivale al suicidio di massa

Ne emerge che chi ama l’estate cerca il fresco, spesso prenota nelle pinete, o dove sono previsti temporali che rinfreschino in serata, aria condizionata in camera altrimenti le attività notturne sarebbero ridotte

stesso motivo per cui nei mesi invernali, facendo freddo non ci si scompone

I più giovani risultano essere i più temerari , riparano al caldo con bagni notturni, ma non in mare o al lago, direttamente in vasca

PARLIAMO ORA DEL 50 % CHE AMA IL FREDDO

I freddofili, invece sanno affrontatre l’estate, e lo fanno senza aria condizionata, almeno i più convinti.

Non temono le alte temperature, perchè forgiati da quelle basse, e sanno che dopo un periodo caldo, intenso e arido arriverà per loro la ricompensa.

Il freddofilo va a lavorare anche e sopratutto se fuori impervia il Buran, ci sono tempeste, e piove come se l’Arca di Noè non potesse contenere ne gli Unicorni, ne tantomeno i caldofili.

Chi ama il freddo non conosce fatica, dolore o sacrificio, perchè sa che un corpo messo alla prova dal freddo, dalla pioggia e dal vento, con nevicate improvvise prende forza dall’animo della resistenza, ma sa anche che non è resistenza ma amore puro.

chi ama il freddo non cerca il caldo, è capace di cenare al chiaro di luna ,

con un fuoco che arde, e un bicchiere di vino.

Chi ama il freddo non teme il buio, la pioggia scrosciante , il cambio dell’ora, ama il silenzio ovattato di una notte di Neve, ed è felice di spostare l’orologio all’ora legale, non ha paura ad uscire o non teme di restare a piedi,

sotto la pioggia, tantomeno di uscire mentre la nevicata del secolo preannunica

80 cm di accumulo e venti freddi dalla Russia,

Chi ama il freddo non ha paura di buttarsi in acqua nel mese di gennaio, mentre il Burian scavalca le Alpi .

Su 5 intervistati, non c’è stato uno, dico uno che abbia detto” amo uscire nelle ore più calde, cenare con le zanzare e svegliarmi già sudato”

Quindi?? di cosa parliamo?

Il freddo è l’antagonista del caldo.

Ho sentito sto svenendo per il troppo caldo, mai per il freddo.

In ogni caso il troppo di tutto non va bene, ma dal freddo se proprio non riuscite a sopportarlo potete sempre ricorrere al fuoco di un camino.

Lascia un commento