Crea sito

CHE COSA E’ UN IGLOO?

Quelle simpatiche costruzioni di ghiaccio, spesso viste nei documentari o nei cartoni animati.

Abbaimo sempre pensato che fossero le abitazioni degli Eschimesi, gli abitanti del Polo NOrd.

Ma davvero? siamo certi che sono abitazioni?E abitano al Polo Nord?

SPECIFICHIAMO

Gli eschimesi cosi come li conosciamo noi, in realtà sono due gruppi differenti chiamati Inuit che abitano la parte più a Nord dell’Alaska e della Groenlandia alcuni anche in Canada.

E gli Yupik che occupano l’estremo occidente dell’Alaska e estremo oriente Russo.

VIVERE IN UN IGLOO

Avevo già scritto degli Inuit popolo di esperti cacciatori.

Gli Inuit sono gli originari abitanti delle regioni costiere artiche e subartiche dell’America settentrionale e della punta nordorientale della Siberia.

Il loro territorio è principalmente composto dalla tundra, pianure basse e prive di alberi dove il terreno è perennemente ghiacciato, il cosiddetto permafrost, salvo pochi centimetri in superficie durante la breve stagione estiva.

Come cacciatori hanno spesso utilizzato gli Igloo come riserve dove passare il periodo della caccia apuunto.

Fasi di costruzione

Come viene costruito un Igloo

  • I mattoni vengono realizzati con neve pressata e vengono segati diversamente in base a dove devono essere collocati, in modo da poter costruire una parete sferica. Come riferimento per ottenere una curvatura ottimale può essere usata una corda fissata al centro della base e usata come misura del raggio della cupola.
  • I mattoni possono essere montati seguendo una spirale oppure semplicemente in cerchi via via più stretti e inclinati verso l’interno. La seconda possibilità è geometricamente più semplice ma forse meno robusta.
  • Finita la cupola si scava nella parete il foro d’entrata, generalmente protetto da una piccola volta che serve a ostacolare l’entrata di raffiche di vento. Un foro più piccolo, in alto, serve da comignolo per quando si accende un fuoco per riscaldare l’ambiente. Alcune volte, nei villaggi, venivano scavati cunicoli sotterranei comunicanti tra i vari iglù, per motivi di sicurezza o per muoversi di casa in casa in condizioni atmosferiche avverse.

COME VIVONO NELL’IGLOO

Durante la stagione invernale, prima degli anni ’70, gli Inuit vivevano negli Igloo .

Vi si accedeva grazie ad un corridoio basso fatto anch’esso di neve e sulla parete di fronte a questo vi era una finestra, chiusa con una sottile lastra di ghiaccio o con pelli di foca.

L’interno era foderato di pelli di renna e vi erano dei letti di pelliccia di renna che dovevano ospitare tutta la famiglia. Il riscaldamento, l’illuminazione e la cucina erano ottenuti grazie alla lampada alimentata a grasso di foca: gli Inuit, nonostante le leggende, amavano infatti cucinare tutte le loro bevande e cibo.

CURIOSITA’:

Temperatura interna

IO ME LO SONO CHIESTA PIU’ VOLTE COME E’ LA TEMPERATURA DENTRO

L’iglù è un ambiente abbastanza ristretto, per cui, nonostante sia una costruzione tipica di luoghi molto freddi, portarlo ad una temperatura adatta per viverci è un’operazione piuttosto veloce. Due persone al suo interno e l’accensione di un piccolo braciere sono sufficienti per raggiungere e mantenere i 17 °C mentre la temperatura esterna si mantiene costantemente tra i -40 °C e -50 °C. L’aria interna si riscalda rapidamente e i blocchi di neve che costituiscono le pareti non si sciolgono a causa della capacità termica del ghiaccio e della rigida temperatura esterna.

Il fuoco acceso all’interno dell’iglù inoltre scioglie un fine strato di neve sulle pareti interne dell’abitazione, che si trasforma in ghiaccio quando il fuoco si spegne, col risultato di rendere l’interno dell’iglù totalmente impermeabile al vento.

FONTE WIKIPEDIA

Lascia un commento