C’è tutto nel modello europeo, pioggia al centro sud primo freddo al nord e poi anche la neve

C’è tutto nel modello europeo, pioggia al centro sud primo freddo al nord e poi anche la neve
Spread the love

Un saluto a tutti.

Bellissima emissione del modello europeo che mette in evidenza quanto esposto nell’aggiornamento serale di ieri.

Dicembre parte a razzo, freddo russo in vista

Il modello matematico per noi il più affidabile, mette im evidenza come il mediterraneo sarà nei prossimi 10 giorni terra di scambio tra perturbazioni atlantiche e affondi freddi continentali.

Un nuovo peggioramento  sta per interessare il centro sud Italia con apice del maltempo tra domani e domenica.

Quello che si verr  a creare, sarà un nuovo ciclone mediterraneo che si sposterà dal basso tirreno al mar ionio per poi sfilare verso sud.

Ci aspettiamo quindi forte maltempo che inizierà già nella giornata di oggi, ma che avrà la Sua massima forza proprio tra domani e domenica.

Forti piogge, nubifragi, temporali, venti impetuosi e annesse mareggiate sono attese sulle regioni più meridionali.

Campania, Calabria, Basilicata, Sicilia e Puglia ionica saranno quelle maggiormente colpite, ma anche Sardegna, Lazio, e basso adriatico avranno precipitazioni seppur più moderate.

La Rotazione dei venti antiorari richiamerà già dalla giornata di domenica aria più fredda dall’est europa.

Questa farà si che anche in appennino meridionale la neve tornerà a cadere già dai 1300  1500m di quota .

Il nord sarà in questa fase tagliato fuori dal maltempo, ma l’aria fredda in arrivo apporterà un netto calo delle temperature specie a partire da domenica con apice nei giorni a seguire.

Ecco che arrivano quindi giornate dal sapore invernale con temperature che dovrebbero mantenersi sotto i 10°C anche di giorno e con gelate diffuse la notte.

Intanto l’alta pressione che ha abbracciato temporaneamente l’Italia in questi giorni, tenderà ad isolarsi sul nord Europa.

Questo movimento lascerà libera strada, alle correnti continentali da est e da correnti più umide atlantiche ad ovest di dilagare sull’Europa centrale e anche sul mediterraneo.

DICEMBRE QUINDI PARTIRÀ A RAZZO, con temperature pienamente invernali suo nord Italia e  adriatiche in primis.

POSSIBILE NEVE ENTRO L’IMMACOLATA?

Bellissimo il fine corsa del modello europeo, CHE PUR MANCANDO ANCORA MOLTI GIORNI, mette in evidenza come i giorni precedenti l’Immacolata potrebbero vedere una fortissima irruzione continentale sull’Europa centrale con interessamento pieno del nord Italia e alto tirreno.

Configurazione che sarebbe ottima per la prima neve in pianura anche grazie ad una interazione atlantica, che apporterebbe aria più umida che andrebbe a scorrere su aria gelida più secca.

Non solo il nord potrebbe avere la neve al piano ma anche la Toscana e parte dell’Emilia occidentale, Umbria sarebbero dentro.

Ovviamente manca ancora troppo tempo per avere certezze, ma qualcosa si muove e si muove anche molto bene.

Christian

 

 

Lascia un commento