CAPODANNO DA RECORD CON L’ANTICICLONE AFRICANO

CAPODANNO DA RECORD CON L’ANTICICLONE AFRICANO
Spread the love

Buongiorno a tutti.

Sembra una barzelletta ma quello che avverrà nei prossimi giorni dopo il passaggio di questa ultima perturbazione avrà dell’incredibile.

È molto probabile che si avranno dei record negativi purtroppo perché proprio a capodanno dopo l’aumento della pressione dei prossimi giorni L’anticiclone africano tornerà a dar parlare di sé anche se non è la sua stagione.

Tutti modelli ormai sono concordi da Reading a gfs a gem.

Un vero incubo, ma sarà un passaggio obbligato per un cambio deciso dopo il 3 gennaio per l’Europa e per l’Italia.

Culmine dell’ondata di calore tra il 30 e il 2 gennaio, con zero termico che si attesteranno tra i 3500 e i 4000m di altitudine.

Qualcosa di veramente eccezionale anche e soprattutto perché interesserà gran parte dell’Europa, non solo la nostra Penisola.

Caldo anomalo quindi ma non ovunque, anche se le temperature saranno ovunque sopra media.

I picchi più alti li avremo soprattutto in collina e in montagna e in generale laddove ci sarà più sole. Sole che non interesserà tutti i settori a causa del ristagno di umidità nei bassi strati che favorirà anche nebbioni persistenti con notevoli inversioni termiche.

Nebbie che interesseranno  la Val Padana e anche localmente  i litorali. Con queste premesse non escludiamo picchi  di 15 /18 gradi a 1500m di quota 10 /15 a 2000m con addirittura l’arrivo della pioggia sulle Alpi di confine.

Fusione della neve fino ai 2500m mentre a 3000 3500 durante il giorno si salirà sopra lo zero.

Primi cali delle temperature già dal giorno 2 gennaio con prima ridimensionata poi a seguire ipotesi più fredde.

Sarà un CAPODANNO da record probabilmente con estremi che probabilmente entreranno nella Storia.

Un saluto a tutti.

Christian