CALDO E WEEKEND PEGGIORA :MALTEMPO IN ARRIVO

CALDO E WEEKEND PEGGIORA :MALTEMPO IN ARRIVO
Spread the love

 

Da domani irrompe il caldo sull’Italia, anche se non ovunque.

 

Correnti calde di matrice africana tenderanno a risalire di latitudine portando il primo caldo anomalo in uno dei mesi più propizi per il freddo.

 

Domani inizia l’ascesa delle temperature ad iniziare dal sud in propagazione al centro italia entro i prossimi giorni.

 

Meno coinvolto il nord Italia specie il nord ovest.

 

Il nord infatti beneficerà di giornate umide e con nuvolosità compatta anche accompagnate da nebbie questo limiterà il rialzo delle temperature.

 

Vediamo però le temperature previste sulla nostra penisola.

 

Al centro sud apice del caldo nella giornata di venerdì e sabato.

 

Punte di oltre 20 gradi ovunque, addirittura non si escludono picchi di 25 27 gradi sulle isole maggiori e sulla Calabria.

 

Al nord le temperature raggiungeranno ci 10 15 gradi al nord est e gli 8 10 gradi al nord ovest che si salverà in parte, dall’onda  calda.

 

Ecco le anomalie previste che saranno anche di 15 gradi al di sopra delle medie al sud.

 

Discorso diverso per il nord Europa che inizierà ad essere interessato da correnti gelide artiche che in moto retragrado porteranno gelo e neve su molte aree del baltico e mitteleuropa.

 

Anticiclone sub tropicale che durerà almeno fino a sabato quando l’avvicinarsi di una  profonda saccatura atlantica con i suoi massimi sulla Spagna porterà un peggioramento anche intenso nell’arco del week end.

 

WEEKEND

 

Peggiora, ad iniziare dal nord ovest in estensione al nord est e in rapida estensione alle regioni tirreniche.

 

Meno coinvolto il sud e le regioni del medio adriatico che risulteranno più protette da quello che rimane dell’anticiclone.

 

Sulle Alpi torna la  neve a quote medie questo per l’avvicinarsi del freddo oltralpe.

 

Neve in appennino invece a quote alte in quanto sotto venti di scirocco.

 

Da inizio settimana prossima un calo delle temperature è atteso su tutta Italia e questo ci riporterà su valori più tipici per il periodo.

 

Non si esclude che le masse d’aria gelide al nord delle Alpi possano iniziare  a scendere di latitudine intorno proprio ad inizio settimana prossima con possibilità anche di sorprese verso il 10 del mese.

 

Per questa analisi ci riserviamo di aspettare ancora qualche giorno vista l’enorme difficoltà dei modelli nell’ inquadrare la dinamica.

 

Un saluto a tutti e, non perdete i prossimi aggiornamenti.

 

Christian