BASILICATA

BASILICATA
METEOORSOBIANCO

Oggi viaggio nel sud. nella terra del Sole, ma che solo sole non ha.

Centri storici e paese incantati come Matera.

Il tempo e la storia iniziano dal Sud.

BASILICATA

La Basilicata, in passato Lucania, è una regione italiana a statuto ordinario dell’Italia meridionale di 559 084 abitanti con capoluogo Potenza. Comprende la provincia di Potenza e la provincia di Matera. Altri centri principali, oltre ai due capoluoghi Potenza e Matera, sono Policoro, Melfi e Pisticci

l territorio della Basilicata è prevalentemente montuoso (47%) e collinare (45%) con una modesta percentuale pianeggiante (8%). Possiede un’unica grande pianura: la Piana di Metaponto. I massicci del Pollino (Serra Dolcedorme – 2.267 m) e del Sirino (Monte Papa – 2.005 m), il Monte Alpi (1.900 m), il Monte Raparo (1.764 m) e il complesso montuoso della Maddalena (Monte Volturino, 1.835 m) costituiscono i maggiori rilievi dell’Appennino lucano. Nell’area nord-occidentale della regione è presente un vulcano non attivo, il monte Vulture.

Le colline costituiscono il 45,13% del territorio e sono di tipo argilloso, soggette a fenomeni di erosione che danno luogo a frane e smottamenti. Le pianure occupano l’8% del territorio.

La più estesa è la piana di Metaponto che occupa la parte meridionale della regione, lungo la costa ionica. I fiumi lucani sono a carattere torrentizio e sono il Bradano, il Basento, l’Agri, il Sinni, il Cavone e il Noce. Tra i laghi, quelli di Monticchio hanno origini vulcaniche, mentre quelli di Pietra del Pertusillo, di San Giuliano e del Monte Cotugno sono stati costruiti artificialmente per usi potabili e irrigui.

Artificiale è anche il lago Camastra le cui acque vengono potabilizzate. Le coste del litorale ionico sono basse e sabbiose mentre quelle del litorale tirrenico sono alte e rocciose (Golfo di Policastro).

La Basilicata ha una grande diversità ambientale ed è suddivisa in sei sotto-zone diverse:

GOLFO DI POLICASTRO
GOLFO DI POLICASTRO

Il golfo di Policastro è un’insenatura del mar Tirreno meridionale che bagna le coste di tre province, quella di Salerno in Campania, di Potenza in Basilicata e di Cosenza in Calabria. Il limite occidentale del golfo è la punta degli Infreschi nel comune di Camerota nel Cilento, quello sud-orientale è il capo Scalea, nei pressi dell’omonima cittadina.

Anticamente era chiamato Sinus Vibonensis” dalla cittadina di Vibonati (tratto dalla Naturalis Historia di Plinio il Vecchio) oppure ”Sinus Laus” (da Laos, polis della Magna Grecia situata, però, a Santa Maria al Cedro, oltre il Golfo di Policastro). Oggi il golfo prende il nome dalla cittadina di Policastro Bussentino (oggi frazione del comune di Santa Marina), l’antica Pixous della Magna Grecia e successivamente nota come Buxentum in epoca romana.

L’intero tratto costiero tirrenico della Basilicata si affaccia sul Golfo di Policastro, dominato a nord dal massiccio del Sirino. I comuni principali sono Sapri (SA) in Campania, Maratea (PZ) in Basilicata, Praia a Mare e Scalea (CS) in Calabria. Il tratto campano del golfo ricade in parte all’interno del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

WIKIPEDIA